Causa per i difetti di MacBook?

di |
logomacitynet696wide

I clienti americani starebbero per lanciare una causa collettiva chiedendo che Apple paghi per l’€™incapacità  di risolvere il difetto dello spegnimento ‘€œrandom’€ del MacBook.

I clienti americani dei MacBook afflitti dalla sindrome da spegnimento improvviso stanno per lanciare una causa collettiva. A renderlo noto è il sito dedito alle indiscrezioni AppleInsider con un articolo pubblicato nel corso della giornata di ieri.

Il problema a cui si fa riferimento è quello noto come RSS (Random Shutdown Sindrome), ovvero lo spegnimento della macchina senza alcun preavviso, un fenomeno che non accade a tutti i MacBook ma che quanto si manifesta rende la macchina del tutto inaffidabile. Le segnalazioni che giungono da diverse parti del web parlano di episodi che si susseguono ad intervalli tra i più disparati, da diverse volte al giorno a qualche volte la settimana.

Secondo la maggior parte delle fonti il bug sarebbe dovuto ad un problema di surriscaldamento del dissipatore di calore che entra in contatto con un cavo e determina (per la fusione dell’€™isolante) un cortocircuito e lo spegnimento della macchina. Quando il dissipatore si raffredda il cavo si discosta dal dissipatore e il computer torna utilizzabile.

L’€™arrabbiatura dei clienti non si riferisce però non tanto al difetto in sé quanto all’€™incapacità  da parte di Apple a fare fronte al problema. Inizialmente alle macchine portate in riparazione sarebbe stato sostituito il dissipatore di calore, ma questo rimedio non avrebbe cancellato gli spegnimenti ‘€œrandom’€ imponendo un secondo ritorno al centro d’€™assistenza. In altri casi le macchine sarebbero state fermate per settimane. Ora alcuni centri d’€™assistenza avrebbero ammesso che una riparazione definitiva sarebbe stata differita al momento in cui Apple rilascerà  una nuova scheda madre ancora in via di ingegnerizzazione.