Chioschi fotografici, per dimenticare le pellicole

di |
logomacitynet696wide

Archiviare e stampare le foto anche “on the road” con i nuovi chioschi digitali. Piccoli come telefoni pubblici e collocati in centri commerciali e persino per strada, aiuteranno a dimenticare le pellicole.

Archiviare immagini su CD o stampare foto digitali su carta fotografica sarà  facile come usare un telefono pubblico. Basterà  avere la pazienza di attendere che i chioschi digitali allo studio di marchi come Kodak, Agfa, Fuji, come si è visto anche durante il recente Photoshow di Milano, si diffondano come sperano i loro inventori.

Ma che cosa sono i chioschi digitali?

Di fatto si tratta di postazioni studiate appositamente per il trattamento delle immagini digitali, apparati poco ingombranti, mediamente grossi come un telefono pubblico, che potranno essere collocati ovunque, sia in centri commerciali che anche, volendo, per strada.

All’interno dei chioschi si trova un lettore di schede flash multi formato (a parte il recentissimo xD, praticamente tutti gli altri: Compact Flash, SmartMedia, SD/MMC, Memory Stick), un masterizzatore di CD, uno schermo e pochi pulsanti coi quali comandare le operazioni di masterizzazione ed, eventualmente, di stampa.

I dispositivi sono in grado, a seconda delle scelte attuato, di riversare il contenuto della memoria su CD ma anche di stampare direttamente le fotografie.

Il target di mercato dei chioschi è facilmente intuibile. Essi si rivolgono a chi intende, magari “on the road” archiviare su CD le foto delle memorie e liberarle così per altri scatti e a chi vuole vedere subito, senza passare per la duplice fase, archiviazione su CD consegna ad un laboratorio, le proprie immagini.

La speranza di coloro che stanno cercando di imporre questo dispositivo è di aiutere la transizione verso il digitale; soprattutto saranno incentivati al passaggio al nuovo metodo tutti coloro i quali non hanno il computer e la stampante a casa propria oppure hanno poca dimestichezza col mezzo.

La stampa da pellicola rappresenta attualmente l’80% del mercato ma, secondo i dati di IDG che ha sondato il terreno, per il 2006 la percentuale scenderà  al 65%; nel 2002 sono state vendute poco meno di 28 milioni di fotocamere digitali e per quest’anno la cifra dovrebbe salire a 33 milioni con la maggior percentuale presa dalle 3 megapixel e in prospettiva saranno le 4 megapixel a battersela per il vertice.

I produttori piuttosto che abbassare i prezzi mirano invece ad accaparrarsi più clienti grazie a sempre più nuove dotazioni digitali nelle fotocamere.

A livello mondiale è Sony il marchio leader col 20%, segue Olympus col 16% e Canon terza col 15% del mercato.