Cina: smantellata fabbrica che produceva iPhone tarocchi

di |
logomacitynet696wide

A Shenzhen la polizia ha bloccato l’attività di una fabbrica che produceva iPhone contraffatti: sequestrati oltre 1.000 finti iPhone e 6.000 batterie per lo smartphone. I telefoni venivano venduti a 500 yuan, poco più di 50 euro, contro gli oltre 500 euro del prezzo ufficiale.

La polizia cinese ha smantellato una officina illegale che produceva iPhone fasulli nella città  di Shenzhen. Nell’operazione che è avvenuta venerdì scorso ma di cui si ha avuto notizia solo in questi giorni, sono stati requisiti oltre 1.000 iPhone fasulli e circa 6.000 batterie per lo smartphone. La polizia ha preso in custodia 28 persone che avevano a che fare con l’officina dei falsi di cui 7 sono stati arrestati.

Ogni iPhone fasullo veniva venduto per soli 500 yuan, pari a poco più di 50 euro, rispetto al prezzo ufficiale di 5.000 yuan, oltre 500 euro. L’attività  smantellata dalla polizia era meticolosamente organizzata: all’interno dell’officina erano stati creati diversi reparti per seguire l’acquisto dei componenti, una linea per l’assemblaggio ed infine anche un reparto vendite.

I rappresentati locali di Apple hanno espresso il loro apprezzamento per l’operazione condotta dalle forze d’ordine: il giornale locale di Shenzhen riferisce che la filiale locale di Apple ha intenzione di inviare personale per approfondire il caso.