CodeWarrior 10 sarà  l’ultimo per Mac

di |
logomacitynet696wide

Al tramonto dell’era PowerPC per Apple, altrettanto accade all’applicativo originariamente usato dagli sviluppatori Apple per scrivere nuovo software. Xcode 2.1 sarà l’unico ad assicurare un futuro per il codice binario per PPC e Intel.

Metrowerks, ex divisione di Motorola ora divisione di Freescale, rilascerà  la versione 10 di CodeWarrior quest’autunno, ma sarà  l’ultima della sua lunga storia per la piattaforma Mac.

Nello scorso giugno, quanto Steve Jobs aveva annunciato la transizione ai processori Intel, era apparso subito chiaro che programmare con CodeWarrior per Mac sarebbe stato limitante per gli sviluppatori in quanto il codice sarebbe destinato alla sola piattaforma PowerPC, l’unica soluzione attualmente disponibile (se si escludono linguaggi di altro livello come Real Basic) è il prodotto di casa Apple Xcode, nella sua ultima evoluzione 2.1, in grado di scrivere codice Universal Binary, funzionante su Mac con PowerPC e Mac con Intel.

CodeWarrior 10 ovviamente non compilerà  per processori Intel; a scalare sparirà  anche il supporto offerto da Metrowerks ai suoi clienti.
Le novità  sono state rese note questa settimana all’ADHOC – Advanced Developers Hands On Conference dove Metrowerks avrebbe fatto questa prima dichiarazione.

Non esiste ancora un annuncio ufficiale, le informazioni sono state riportate da un membro della mailing list Carbon di Apple, Laurence Harris, che le ha trasmesse alla comunità  Mac.
CodeWarrior 10 sarà  disponibile in versione download ad un prezzo ridotto.

Apple ha pensato anche a questa transizione, pubblicando uno specifico documento tecnico che aiuta nella trasizione gli sviluppatori che hanno per le mani dei progetti CodeWarrior e vogliono proseguire con Xcode.