Codewarrior abbandona; come passare ad Xcode? Apple lo spiega

di |
logomacitynet696wide

Apple prepara il terreno per la terza transizione: prima che i Mac con processore Intel siano realmente disponibili, vengono indicate le linee guida per portare i propri progetti a Xcode da CodeWarrior. Metrowerks, infatti, pur avendo rilasciato senza alcuna enfasi la versione 10 del suo compilatore, ha scelto di non seguire il futuro deciso da Jobs per il Macintosh.

E’ di quest’estate la notizia che il celebre tool di sviluppo CodeWarrior di Metrowerks non avrebbe più avuto futuro, in conseguenza del passaggio a processori Intel da parte di Apple.
Già  da allora, a Cupertino, tentarono di catturare tutta quella folta schiera di programmatori affezionati allo strumento di Metrowerks, con la promozione del novello Xcode in grado di generare codice Universal Binary.

Adesso viene presentato un nuovo documento tecnico introduttivo, accessibile a tutti, per tener desta l’attenzione sui “rischi” della migrazione ad Intel Inside: il tutorial, dal titolo “Moving your Project from CodeWarrior to Xcode” tratta proprio delle similitudini e delle differenze tra i due ambienti di sviluppo.
Gli argomenti includono: accesso e ricerca delle path, alberi sorgente, configurazione per la compilazione e la caratteristica specifica di Apple “Fix and Continue”. Un’altra sezione descrive la preparazione necessaria da compiere prima di importare i progetti di CodeWarrior in Xcode, nonché la fase di importazione stessa. Gli ingegneri di Apple specificano anche quali elementi aggiungere manualmente perché l’operazione vada a buon fine.
Le prime impressioni degli sviluppatori, però a tal riguardo, non sono entusiastiche: Xcode è considerato un buon prodotto, ma lento a confronto con altri ambienti di sviluppo. Molti lamentano la velocità  pura e l’eleganza di CodeWarrior.

Nel frattempo Metrowerks ha rilasciato come promesso la sua ultima versione, il canto del cigno di CodeWarrior, la v.10 per Mac OS X. E’ possibile sempre compilare codice per Mac OS X, ma unicamente nella versione per PPC. I framework di PowerPlant, però, potranno essere portati anche sui futuri Apple Intel, ammesso che qualcuno ne abbia capacità  e voglia. Dall’inizio del 2006, infatti, Metrowerks ha annunciato di abbandonare non solo il prodotto, ma anche il supporto tecnico per CodeWarrior.
In vista di questo triste spegnimento, cambiano anche totalmente, i prezzi per le licenze: $99 per la versione professionale (in luogo delle molte centinaia di dollari prima necessarie) ed addirittura completamente gratis per la versione base, destinata a studenti ed hobbysti.

Il tutto serve ad incoraggiare i programmatori affinché siano pronti, familiarizzando con le caratteristiche di Xcode quanto prima possibile. Una mossa d’anticipo, quindi, se si tenesse fede ai proclami di Jobs, per il quale i nuovi Mac-Intel dovrebbero debuttare per giugno 2006.