Come funziona AirTunes su Airport Express?

di |
logomacitynet696wide

Il segreto della base Airport Express compatta e della sua capacità  di trasmettere l’audio da un Mac ad un impianto di amplificazione sta nella codifica Apple LossLess che offre nuove possibilità  all’audio senza fili nel campo strettamente musicale e nuove prospettive a quello per il video.

itunes 4.6

Grazie alle note del supporto Apple e alle dichiarazioni di Greg Joswiak Apple’s Vice Presidente dell’Hardware Product Marketing ai giornalisti di Macworld USA emergono ulteriori dettagli sul funzionamento di AirTunes, la tecnologia utilizzata da Airport Express che gettano nuova luce sulle caratteristiche del prodotto e sulla sua possibile utilizzazione non solo per la musica in senso stretto.

Innanzitutto la tecnologia che mette a disposizione una uscita audio sul ricevitore/trasmettitore Wireless implica molte delle caratteristiche introdotte con le più recenti versioni di iTunes (4.6) e sulle quali molti utenti avevano dei dubbi sul reale utilizzo pratico: la prima di queste era la compressione Apple LossLess, in pratica una sorta di AIFF compresso che con l’esatta qualità  del CD permette di avere tracce che occupano meno spazio sull’hard disk.

Ma il Codec LossLess è anche alla base del funzionamento di Airport Express: in pratica attraverso iTunes gli archivi audio di qualsiasi origine, siano essi MP3, AAC, CD, o stream da internet radio vengono codificati al volo nel formato LossLess e spediti verso la Airport Express (o ad un altro Access Point che fa da ponte).

Ovviamente il Mac è stato istruito in precedenza della presenza nella rete wireless di una Airport Express e della relativa disponibilità  di porta audio e vede questa come una e vera propria uscita audio disponibile nel pannello di controllo “Audio” delle preferenze di sistema.

airtunes scegli camera

La selezione è in realtà  molto semplice: basta premere sul bottone in fondo alla finestra di iTunes 4.6 e selezionare gli speaker collegati ad una o più basi Airport Express per inviare la colonna sonora all’.amplificatore prescelto, questa può provenire da tutte le fonti che iTunes riesce a gestire, compreso un iPod collegato direttamente o un altro computer collegato in rete.

Quello che è interessante, perchè apre nuove prospettive all’utilizzazione sia degli attuali Mac portatili che di un futuribile iPod Video e Wi-Fi è il supporto del segnale digitale incluso in AirTunes e fisicamente possibile su Airport Express con un cavo apposito e attraverso cui si rendono disponibili contenuti AC3 o DTS codificati e decodificati sempre attraverso Apple LossLess e portati con la connessione digitale all’amplificatore Surround.

Se una tale capacità  di trasmissione con codifica venisse attivata su DVD Video Player potremmo avere la possibilità  di seguire un film in DVD sullo schermo Wide del nostro PowerBook e nello stesso tempo ascoltare l’audio surround dell’impianto Home Teather senza essere fisicamente connessi ad esso: l’esperienza visiva risultante non necessiterebbe di grandi schermi utilizzando il favorevole rapporto distanza di visione (sulle ginocchia? su un tavolinetto in salotto? sulla scrivania?) e la notevole mobilità  risultante.
Forse gli applicativi di Tiger, Mac OS X 10.4 avranno questa ulteriore possibilità .