Comprare video anche in Italia da iTunes si può

di |
logomacitynet696wide

Nonostante ufficialmente non sia ancora possibile acquistare video dall’iTunes Music Store italiano, qualche possibilità  di sperimentare “l’ebbrezza” di scaricare filmati esiste anche per gli utenti dello Stivale. Ecco come fare.

Per ora, come Macity ha già  spiegato in un suo precedente articolo, gli utenti al di fuori degli USA non sono ancora abilitati ad acquistare video, questo, almeno ufficialmente perchè ufficiosamente qualche video si può regolarmente acquistare e riprodurre sul proprio computer.

Il “trucchetto” che ci è stato segnalato da diversi lettori, che ringraziamo, è accessibile e a tutti gli utenti di iTunes Music Store [sponsor] e ha quale presupposto l’utilizzo dell’elenco del link ai “top 100 video”, presente (per quale motivo è difficile da dire, visto che, come detto, sul nostro store non si possono acquistare video) nella parte destra in basso della home page dell’iTunes Music Store.

Facendo click sui singoli titoli delle canzoni, come prevedibile, si ottiene un messaggio che ci dice che quel brano (video nel caso specifico) non è acquistabile, ma se si entra nell’elenco dei “top 100 video” si ottiene comunque l’elenco dei filmati disponibili (otto in tutto). Anche qui facendo click sul titolo si ha lo stesso messaggio che specifica che l’acquisto non è possibile dallo store italiano, ma se si decidesse di approfondire facendo click sul bottone “acquista video”, magari incuriositi dal fatto che i prezzi sono in euro (2,49 per ciascun filmato), si ottiene l’autorizzazione all’acquisto e il filmato si scarica regolarmente.

Attenzione, però: una volta fatto click su “Acquista video”, non avrete la possibilità  di ripensarci (non viene presentata la domanda “sei sicuro di voler acquistare…”), come invece avviene se si acquista musica

Tornando all’acquisto, va detto anche che la stessa procedura non funziona se si passa a fare una prova sul ben più ricco (di filmati) store americano. Qui i prezzi sono in dollari e se si prova a comprare la strada viene sbarrata dal sitema.

Così, al momento, sembra che gli unici brani che si possono comprare sono otto

– Luxo (cortometraggio Pixar)
– Thriller (Michael Jackson)
– Don’t Tell Me (Madonna)
– Like a Prayer (Madonna)
– Vertigo (U2)
– The Reason (Hoobastank
– Music (Madonna)
– Bad Girl (Madonna)

Non siamo neppure vicini ai 2000 videoclip dello store americano, ma è sufficiente per fare qualche esperimento e provare in anteprima l’ebbrezza di una funzione che da noi verrà  implementata solo più avanti.

Ovviamente per fare acquisti video si deve avere a disposizione l’ultima versione di iTunes (la 6.0), QuickTime 7.03 e un account su iTunes.

àˆ anche interessante notare che la protezione dei diritti digitali dei filmati segue lo stesso schema della musica. Una volta acquistato la clip si deve abilitare il computer all’esecuzione. Apple permette la riproduzione fino a cinque computer diversi.

Anche la collocazione dei video scaricati è la stessa delle canzoni: dentro alla cartella “musica”, nella directory dell’utente che ha eseguito il download. La riproduzione dei filmati avviene, come ovvio, usando iTunes. In questo caso appaiono nella preview a sinistra (dove si vedono le cover arts), facendo doppio click vengono però riprodotti a schermo intero (con una risoluzione non ottimale). Un’alternativa è trascinarsi sull’icona di QuickTime. In questo caso si possono vedere nella finestra dell’applicazione ma non a schermo intero, a meno che non si abbia la versione “Pro” di QT.