Con Google Earth si torna alla Roma dei Cesari

di |
logomacitynet696wide

Google annuncia un nuovo layer di Earth che consente di esplorare la Roma antica degli Imperatori. Migliaia di edifici ricostruiti in tre dimensioni corredati da documentari tratti dagli archivi Rai.

Volare sulla Roma degli imperatori, esplorare i suoi edifici e apprendere come si viveva nella capitale di una delle più grandi civiltà  della storia. Ecco quello che consente di fare un nuovo layer di Google Earth, presentato oggi in Campidoglio alla presenza del sindaco Gianni Alemanno.

Roma Antica, come si chiama il progetto è la più imponente simulazione architettonico-urbanistica in 3D di edifici storici che sia mai stata resa disponibile a chiunque nel mondo; comprende una straordinaria raccolta di 6.700 edifici dell’antica Roma ricostruiti in 3D e visualizzabili fin nei più minimi dettagli. A realizzarla Google in collaborazione con la romana Past Perfect Productions Srl, l’Universita’ della California, UCLA (los Angeles, California, USA) ed il dipartimento IATH dell’Universita’ della Virginia (Charlottesville, Virginia, USA).

roma antica su google

Con un realismo straordinario, utilizzando gli strumenti di navigazione di Google Earth si può volare sopra la città  di Roma ed esplorare una rappresentazione virtuale di come appariva la città  nel 320 D.C., all’epoca dell’Imperatore Costantino. àˆ inoltre possibile “entrare” in molte delle case contenute nel modello, per osservarne le architetture nei minimi dettagli, come ad esempio i pavimenti in marmo.

Le informazioni utilizzate per costruire il modello sono il risultato di secoli di studi e ricerche sulla civiltà  romana. I recenti progressi nella tecnologia della realtà  virtuale e la collaborazione tra studenti del Cultural Virtual Reality Laboratory e dell’Experiential Technology Center dell’UCLA (University of California), del Reverse Engineering Lab del Politecnico di Milano e dell’Institute for Advanced Technology in the Humanities della University of Virginia hanno permesso la creazione del modello digitale denominato “Rome Reborn”, che con la collaborazione della società  Past Perfect Productions e del team 3D di Google è stato poi trasposto su Google Earth. Il modello 3D è in parte stato ricostruito ispirandosi al grande plastico in scala 1:250 realizzato a metà  ‘900 dall’architetto Italo Gismondi e conservato nel Museo della Civiltà  Romana dell’Eur.

Dell’antica Roma, oggi si sono conservati i resti di non più di 300 edifici, che continuano ad attirare nella città  eterna milioni di turisti da tutto il mondo. Da oggi, grazie al layer Roma Antica di Google Earth, è sufficiente usare il PC per visitare il Foro Romano, stare al centro del Colosseo, immaginare di sentire echeggiare le spade dei gladiatori che si allenano nel Ludus Magnus o i discorsi di magistrati e oratori riuniti sulla tribuna Rostra vicino all’Arco di Settimio Severo, volare sopra la Basilica Julia e l’Arco di Costantino o esaminare tutti i dettagli della facciata della Basilica di Massenzio.

Roma Antica è visualizzabile dall’interno di qualsiasi versione di Google Earth in qualsiasi lingua e le “finestre informative” pop-up sugli edifici inclusi nel layer Roma Antica sono state già  tradotte in italiano, inglese, tedesco, spagnolo, portoghese, francese, giapponese, russo e olandese.

Inoltre, nella versione italiana vengono messi a disposizione degli utenti contenuti ad alto valore aggiunto, rappresentati da video documentari relativi ad alcuni monumenti del layer e tratti dall’archivio video di RAI. I video saranno accessibili direttamente dal layer, all’interno delle finestre informative e con un semplice clic sarà  inoltre possibile accedere all’apposito canale YouTube: www.youtube.it/romaantica, che include tutti i video messi a disposizione da RAI.

Al momento in cui scriviamo l’opzione non pare essere stata ancora attivata, almeno nella versione di Google Earh 4.3 per Mac.
Qui sotto il filmato che illustra l’iniziativa.