Con Grinch i giochi PS 2 dentro al Mac

di |
logomacitynet696wide

Si chiama Grinch il nuovo progetto che dovrebbe rinverdire i fasti della VGS e portare i giochi PS 2 dentro al Mac. Un team è al lavoro e spera perfino di evitare le ire di Sony. Data di rilascio fine estate del 2002

Si chiama “Grinch”, come il personaggio di una tradizione popolare americana, ed è un nuovo progetto di emulazione che nelle intenzioni di chi lo sta sviluppando sarebbe destinato a ripercorrere i fasti di VGS, l’emulatore per PSX lanciato ormai quasi tre anni fa Connectix. Obbiettivo: portare su MacOs X i giochi della PS 2.
L’annuncio dell’ambizioso traguardo giunge un po’ in sordina, su un sito minore del panorama americano, MacEvangelist.
A presentare il progetto è il suo principale animatore l’hacker francese David Allouch, noto nell’ambiente con il nomignolo di Jimbo.
“L’idea – spiega Jimbo – è nata nel momento in cui abbiamo realizzato un debugger per PS 2 su Os X. Allora ci è venuta la tentazione di provare a realizzare un emulatore. Per ora le cose stanno andando bene; lo sviluppo corre veloce”. Jimbo crede che se tutto funzionerà  come si pensa nella primavera del 2002 potrebbe essere rilasciata una versione Alfa di Grinch e due mesi dopo la versione definitiva che verrà  regolarmente posta in vendita sul mercato. Secondo Jimbo l’emulazione di un codice così complesso come quello della PS 2 viene reso possibile dal modo in cui opera Os X che sarebbe, nelle parole degli sviluppatori, “un ottimo sistema per l’emulazione; alcuni sue caratteristiche lo rendono molto più veloce in questo aspetto di quanto non potrebbe esserlo un ambiente PC”. Un dato che sta spingendo Jimbo a valutare la possibilità  di creare emulatori per OSX di Windows ma anche di X-BOX.
Ma come pensano, tornando a Grinch, gli sviluppatori di evitare le ire di Sony? Il colosso dell’elettronica in passato aveva querelato Connectix, salvo poi chiudere il contenzioso con l’acquisto di VGS (e la sua soppressione) nonostante avesse già  ampiamente recuperato i costi di sviluppo dell’hardware. In questo caso si troverebbe di fronte ad un’applicazione in grado di danneggiare, forse non in maniera irrilevante, le vendite di PS 2 che deve ancora vendere molto per ammortizzare i costi di progettazione. “Stiamo prestando molta attenzione a questo aspetto – dice lo sviluppatore – non usiamo alcuna tecnologia proprietaria. In secondo luogo vorremmo lavorare sia con Apple che con Sony. Infine pensiamo di usare parti hardware da collocare nella macchina per dialogare con il software. Contiamo sul pieno supporto di Sony”.
Il target principale di Grinch sarebbero i portatili (anche se è prevista una versione per desktop). Una nicchia che potrebbe interessare anche Sony perchè di fatto realizzerebbe una PS 2 “to go”, da portare in giro, che non concorrerebbe frontalmente con la PS 2 originale.