Con Mac-Mozi, l’open source sempre in tasca

di |
logomacitynet696wide

Giardina Software lancia Mac-Mozi, un progetto che usando una chiavetta USB permette di portarsi sempre in tasca OpenOffice, Mozilla e Thunderbird. Usare ogni computer come se fosse il proprio, senza problemi di settaggi e preferenze.

Poter fare a meno, in diverse situazioni, di un portatile e poter usare ciascun computer come se fosse il proprio. Questo l’€™obbiettivo che si prefigge Mac-Mozi, un progetto basato su prodotti open source lanciato nei mesi scorsi da Giardina-Software, una piccola ma dinamica software house bresciana.

Alla base dell’€™iniziativa l’€™uso di un pen drive flash al cui interno sono stati precaricati software come Mozilla, Thunderbird, NeoOffice, Openoffice che, mediante un lavoro di programmazione, salvano tutte le configurazioni di lavoro, i bookmark, le estensioni all’interno del supporto stesso.

‘€œIl risultato – ci dice Marco Giardina, uno dei programmatori, rende di fatto l’oggetto assolutamente astratto e indipendente rispetto al computer in uso. In pratica lo si può mettere in tasca e quando c’€™è necessità  di lanciare uno dei programmi contenuti in esso, si collega la penna ad una porta USB di un qualunque computer si ha a disposizione il proprio ambiente di lavoro, i propri bookmarks e le proprie preferenze’€.

Mac-Mozi è di particolare utilità  anche quando si deve guardare la posta senza lasciare dietro di sé tracce o password. Si lancia Thunderbird, ci si conneette, si scollega la chiavetta e poi quando si arriva a casa sul proprio PC si sincronizza.

Al momento Mac-Mozi è disponibile in due versioni: Light (con il solo Mozilla) e Gold (con Neo Office e Mozilla). I prezzi vanno da 19,90 euro per il pen drive Light da 128 MB a 70,90 euro per il pen drive Gold da 1 GB.