Conferme dagli USA: prezzi degli LCD in caduta libera

di |
logomacitynet696wide

I prezzi dei monitor LCD sono in caduta libera. Entro Natale 17 e 19 pollici al di sotto della soglia dei 500 e dei 900$. Produzione in eccesso e crisi dell’€™informatica hanno avviato una spirale che potrebbe riaccendere l’€™interesse dei cosumatori

Dopo le anticipazioni e gli echi di ieri provenienti da alcuni produttori di TFT di Taiwan, in seguito ai quali avevamo parlato di un prossimo calo dei prezzi sui monitor da 17 pollici, ora arrivano conferme dagli analisti di mercato.

Secondo un’€™indagine condotta dalla americana ISuppli/Stanford Resources, infatti, una delle migliori (per i consumatori) novità  sarà  il calo generalizzato dei prezzi dei display di dimensioni superiori ai 15 pollici.

La ricerca dimostra che negli USA i costi per un monitor da 17 pollici sul mercato americano dovrebbe assestarsi intorno ad un prezzo medio di 560$ con qualche marca meno conosciuta che potrebbe tendere a scendere sotto la soglia dei 500.

Se le previsioni della società  di indagine fossero confermate per questa categoria di monitor si tratterebbe di un calo di quasi 200$ rispetto ai prezzi di inizio anno e del dimezzamento dei costi rispetto all’€™inizio del 2001 quando un display da 17 pollici costava in media negli USA 1150$.

Ma non saranno solo i monitor 17 ad avere prezzi sempre più bassi. Anzi, percentualmente, il calo più significativo si avrà  nel campo dei monitor da 19 pollici che potrebbero scendere al di sotto dei mille dollari con qualche modello che si attesterà  sotto gli ottocento. Se si pensa che ad inizio anno il costo medio di un monitor 19’€™ LCD era superiore ai 1500$ e che ad inizio 2001 era di 4250$, si comprende quanto sensibile sia stato il calo dei costi nel corso degli ultimi mesi.

I motivi dell’€™abbattimento dei costi sono i soliti. Stimolati dai margini più alti nel campo degli LCD molti produttori hanno aumentato le loro capacità  di produzione. Il mercato ben presto ha smesso di essere recettivo ai livelli di prezzo pretesi dai produttori che, anche grazie all’€™affinamento della tecnologia che permette la produzione a prezzi più bassi, ora stanno facendo leva sul listino per portare nuovi clienti. Questo, sommato ad una produzione che, anche per la crisi del’€™informatica, è superiore alle richieste, sta determinando una spirale che potrebbe portare presto un monitor 17 a costi più che accettabili anche per un uso casalingo.