Corsa al GHz al fotofinish, prezzi alle stelle

di |
logomacitynet696wide

A questo punto sembra che la corsa verso la velocità  di 1 GHz possa concludersi con un’arrivo al foto-finish. Dopo la notizia, riportata nella giornata di ieri, secondo cui HP prima della fine del mese avrebbe distribuito una macchina da un miliardo di hertz con chip Pentium, AMD ha lasciato trapelare che anche un Athlon con la stessa velocità  arriverà  nello stesso periodo di tempo. Non si tratta di dichiarazioni ufficiali, ma ci sono pochi dubbi che sia stata la stessa società  di Sunnyvale a manovrare perchè le luci della ribalta non fossero tutte prese dal colosso dei microprocessori. AMD dovrebbe annunciare contestualmente al chip da 1 GHz anche versioni a 900 e 950 MHz che accompagnerebbero il rilascio di quella da 1 GHz. Al contrario Intel al momento pensa di annunciare versioni da 850 e 866 MHz alla fine di questo mese mentre non è chiaro quando arriveranno sul mercato le versioni da 933 MHz di Pentium III. Un dato che sta facendo sospettare qualcuno che AMD sarebbe ancora una volta più avanti nello sviluppo di prodotti “reali”, pronti da immettere sul mercato mentre la mossa di Intel con il suo processore da 1 GHz potrebbe avere le caratteristiche di una forzatura di marketing.

Ma quanto costeranno e a chi serviranno macchine con processori così veloci? Una domanda legittima, visto che i computer in commercio oggi sembrano essere i grado di soddisfare la maggior parte delle esigenze degli utenti del mondo PC.
La risposta sul prezzo la si può dedurre dal costo degli attuali chip di fascia alta che sono intorno agli 850$. Un chip da 1 GHz potrebbe, quindi, essere messo in commercio a 1000$ al pezzo quando prodotto in grandi quantità . Il che proietterebbe il costo di una CPU con dotazioni medie e monitor intorno ai 4000$, più di 8 milioni di lire, una cifra già  molto alta per il mondo Wintel. Ma grandi produttori, come Dell o HP che potrebbero introdurre sistemi molto dotati in fatto di HD, memoria RAM e periferiche sembrano essere intenzionati a presentare modelli anche da 5000 dollari che salirebbero ancora nel caso la Ram fosse del tipo Rambus, una tecnologia proprietaria di Intel.
A questo punto sembra davvero difficile, anche se HP e Dell, i primi ad avere le forniture da Intel, che macchine con chip da 1 GHz possano vedere la luce nei canali e nella fascia consumer prima della seconda metà  di quest’anno. Il target primario dovrebbe infatti essere il settore dei server o del business direttamente o indirettamente legato allo sviluppo hardware e software. Questi segmenti vengono forniti direttamente dai produttori con macchine appositamente preparate su richiesta dei clienti. Il numero di chip da 1 GHz disponibili inizialmente sul mercato sarebbe tanto basso da impedire ai produttori di uscire da questa nicchia anche se qualche CPU “vetrina” potrebbe apparire da qualche parte presso rivenditori e distributori. Totalmente da escludere che chip da 1 GHz possano essere reperibili sui canali per il settore degli assemblati e per i piccoli produttori.
Ma la piccola quantità  non sembra allarmare gli analisti che prevedono che anche se sul mercato non ci saranno chip sufficienti i prezzi alti si occuperanno di “fare pulizia”. A listini molto salati corrisponderanno richieste basse, per questo le limitate forniture iniziali potrebbero essere sufficienti.