Cosa è mancato nel 2000?

di |
logomacitynet696wide

Come ogni anno, Wired stende la classifica dei cattivi, cioè di chi ha più o meno clamorosamente deluso le aspettative dei propri clienti, e per quest’anno primeggia Apple, anceh se a farle compagnia troviamo illustri colleghi.

Nel corso di un anno si fanno molti annunci, a volte di prodotti imminenti, a volte di prodotti la cui uscita è prevista entro alcuni mesi; altre volte, nonostante le buone intenzioni, gli annunci non trovano seguito oppure i prodotti vengono posticipati ben oltre le aspettative. Questo è il caso dei prodotti esaminati da Wired, il cui rilascio sarebbe dovuto avvire entro quest’anno ed invece sono stati posticipati, quando non del tutto cancellati.
A condurre la classifica di quest’anno troviamo il nostro mai tanto atteso OS X: dall’annuncio di Copland, passando per Rapsody, stavolta pensavamo di esserci con OS X, invece neppure quest’anno siamo riusciti a vedere un nuovo sistema operativo da parte di Apple. Certo, un passo in più è stato fatto, la beta pubblica c’è ed è anche un buon prodotto, ma OS X ancora manca, probabilmente arriverà  in un paio di mesi, ma questo ritardo vale ad OS X il primo posto di Wired nella classifica degli annunci mancati.
La compagnia comunque non manca: se l’anno scorso il primo posto toccava a Microsoft con il suo Win 2000, quest’anno al quarto troviamo addirittura Linus Torvalds col il suo annunciato nuovo kernel linux 2.4, annunciato per dicembre e tutt’ora mancante.
A seguire, tra gli ospiti illustri della galleria troviamo anche Intel con il suo nuovo processore 64 bit Itanium, conosciuto anche con il nome di Merced, annunciato per l’estate 2000 ed ancora non disponibile. Infine, all’ottavo posto, fa bella mostra di se bluetooth, la tecnologia wireless rivoluzionaria che a tutt’oggi, nonostate i buoni propositi e gli annunci profusi da più parti, ancora non ha visto un singolo prodotto realmente funzionante e disponibile in quantità  sul mercato.
A chi toccherà  il prossimo anno? Quest’anno Apple ha fatto la sua parte, speriamo di essere fuori classifica a dicembre del prossimo anno.