Cubi spaziali

di |
logomacitynet696wide

Avreste mai pensato che il neonato di casa Apple potesse trovare posto in una navetta spaziale a migliaia di chilometri sopra le nostre teste? Beh, dovete ricredervi…

SkyCorp In., una società  con sede in Huntsville, Alabama, ha firmato un accordo con la NASA per lanciare nello spazio il primo satellite che fungerà  da server Web.
Il progetto, di cui abbiamo già  parlato già  parlato in passato su Macity, è stato illustrato nei dettagli qualche giorno fa.
In orbita ci andrà  un PowerMac G4 Cube a 500Mhz con OS X, Apache Web Server il cui HD da 10GB e ospiterà  migliaia di siti. Esso conterrà  inoltre un server di posta che permetterà  di visualizzare e scaricare i propri messaggi direttamente dallo spazio. Il protocollo di trasmissione sarà  lo standard industriale 802.11 Direct Sequence Spread Spectrum (DSSS) che, guarda caso, é proprio il tipo di comunicazione wireless inventato da Apple con Lucent Technologies e che la casa di Cuportino chiama Airport. Per gli utenti “a terra” pare che saranno disponibili velocità  massime teoriche di 56kbps per dispositivi wireless, allorquando il satellite si trovi direttamente sopra le loro teste.
Non si tratta del primo Mac che SkyCorp lancia nello spazio. Un’evento analogo avvenne infatti nel 1991 con l’invio di un MacPortable sulla navetta STS-43. Dennis Wingo, CEO di SkyCorp, pare abbia scritto, chiedendo mezzi e supporto per questo progetto, a Steve Jobs in persona il quale entusiasticamente avrebbe risposto 2 giorni dopo.
Chissà  se dopo aver parlato di supercomputer e di G4 circondati da carriarmati, la prossima pubblicità  di Apple non vedrà  come protagonista un Cubo nello spazio?
[A cura di Enrico Querci]