Da Google 850mila $ per la sede dei decodificatori della Seconda Guerra

di |
logomacitynet696wide

Google ha contribuito con la somma di 850.000 dollari alla raccolta fondi per la ristrutturazione di Bletchley Park. La residenza, composta da un edificio principale e da diverse strutture e baracche secondarie, molte delle quali oggi fatiscenti, ospitò il team di decodificatori britannici, tra cui Alan Turing, che durante la Seconda Guerra Mondiale interpretò il codice Enigma e moltissimi altri codici criptati dell’Asse.

Google ha devoluto la somma di 850.000 dollari, circa 650mila euro, a favore della fondazione non-profit che gestisce Bletchley Park: la raccolta fondi, di cui la donazione di Google rappresenta il singolo contributo più consistente, mira a ristrutturare e ammodernare i vari edifici e i servizi dell’antica residenza a circa 70 chilometri da Londra. Durante la Seconda Guerra Mondiale Bletchley Park è stata la sede del Government Code and Cypher School: si tratta del team di decodificatori, di cui ha fatto parte anche Alan Turing, che durante gli anni del conflitto intercettava i messaggi radio delle forze dell’Asse e procedeva alla loro decrittazione. Le imprese del gruppo di Bletchley Park sono state coperte dal segreto di stato per decine di anni dopo la Guerra: il resoconto sottoforma di avvicnente romanzo è stato dato nel best seller Criptonomicon di Neal Stephenson.

L’impresa più famosa di Bletchley Park è stata senza dubbio l’interpretazione del codice Enigma tedesco impiegato per le comunicazioni degli ordini dalla Germania del Reich alle forze armate sparse in mezzo mondo, tra cui anche le flotte dei temutissimi sottomarini U-boat. Proprio A Bletchley Park Alan Turing, considerato il padre dell’informatica moderna, poté sperimentare le sue teorie sul trattamento dei dati e delle informazioni con procedimenti automatici con i primi calcolatori analogici, elettro-meccanici ma anche con il Colossus, considerato oggi uno dei primissimi computer digitali programmabile.

Per ulteriori informazioni su Bletchley Park è possibile consultare il sito web ufficiale oltre alle pagine di Wikipedia in Italiano e quella molto più completa in Inglese.
Bletchley_Park