Dalla Germania: accordo Nvidia-Apple

di |
logomacitynet696wide

Un giornale tedesco: accordo OEM tra Apple e Nvidia per la fornitura di chip GeForce. Annuncio imminente o falso allarme?

Nvidia avrebbe concluso un accordo OEM per la fornitura di chip ad Apple. La conferma arriva per ora dalla Germania e per la precisione dal giornale tedesco Heise che nella sua versione su Internet sostiene di avere avuto indicazioni precise al proposito. A confermare la stipula del contratto l’agenzia di stampa tedesca che si occupa di curare le pubbliche relazioni di Nvidia.Attendendo conferme al proposito, che forse non giungeranno prima di una decina di giorni nel cotesto del MacWorld Expo, si può dire che la notizia non giunge inattesa. Macity da almeno una settimana sostiene questa tesi, ovvero da quando i produttori di GeForce hanno ufficializzato il supporto del mondo Mac con il chip GeForce MX. Il processore di fascia media appare infatti ritagliato su misura per una macchina di fascia home come iBook o che richiedono basso consumo come i PowerBook o gli iBook. Visto che questi computer non hanno la possibilità  di utilizzare schede aggiuntive e che ben difficilmente si può ipotizzare che Nvidia si sia cimentata in un’impresa così dispendiosa come la produzione di un chip con il supporto all’hardware Mac senza avere avuto qualche garanzia da Apple, l’unica ipotesi credibile resta un accordo OEM con la società  di Cupertino.Lasciando agli utenti di Macity la lettura delle notizie e delle considerazioni postate questa mattina e nei giorni scorsi, qui ci preme unicamente ricordare che il passaggio ad Nvidia, se confermato, rappresenterebbe un importante conquista sotto il profilo dell’immagine per Apple. I processori GeForce MX sono del 33% più potenti dei Rage 128 e non dovrebbero essere molto distanti in fatto di prestazioni dal Radeon che Ati si appresta a rilasciare tra qualche settimana. In aggiunta a ciò i prodotti di Nvidia godono di grande credito presso il pubblico di fascia consumer, un aspetto da non trascurare quando si tratta di promuovere un prodotto che deve anche conquistare il mercato PC.All’annuncio di un accordo OEM con Apple mancherebbe per completare la strategia nel settore del 3D unicamente l’opzione in build to order per le macchine con PCI e AGP. Poter scegliere tra una ATI o una Voodoo 5 (o magari qualche versione di scheda con GeForce2 GTS) sarebbe una opzione che contribuirebbe ad incentivare la produzione di giochi e di software che fanno uso intensivo del 3D