Diretta da Parigi, più no che sì

di |
logomacitynet696wide

Pare ormai certo che il keynote di Parigi non sarà diffuso via Internet. “Troppa differenza di fuso con l’America” sostengono alla Apple, “Ennesima discriminazione dell’Europa”, si lamentano gli utenti del vecchio continente.

Sembra ormai praticamente certo che il discorso di apertura di Apple Expo non verrà  trasmesso in diretta via Internet. Lo ipotizzano alcuni siti Internet americani ma anche, e soprattutto, fonti vicine ad Apple consultate da Macity nelle scorse ore. Così, al contrario di quanto auspicato fino allo scorso week end il popolo della Mela sarà  costretto ad apprendere quando accadrà  a Parigi attraverso il tam tam di Internet e i comunicati stampa. Ad aggravare la possibile carenza di informazioni anche la notizia che non ci sarà  neppure una diretta via Satellite presso le sedi Apple in Europa.
La decisione di non trasmettere il keynote sarebbe stata giustificata da Apple USA con la differenza di fuso orario con gli USA che avrebbe tagliato buona parte dell’audience. Una motivazione che molti utenti europei trovano davvero molto debole se non irritante. “Si tratta di una nuova discriminazione dei clienti non USA – si legge in molti newsgroups e nei commenti -; in base alla stessa logica non si capisce perchè, invece, i discorsi che vengono tenuti in nord America sono mandati in diretta. Per il Giappone e l’Australia è notte fonda”.
Secondo altre fonti la mancata diretta sarebbe giustificata dal fatto che il keynote non presenterà  alcuna novità  di rilievo. Questa giustificazione non appare invece attendibile visto che lo stesso Jobs ha dichiarato che Parigi segnerà  l’inizio della distribuzione di MacOs X e visto che quasi all’unanimità  gli osservatori ritengono che sempre all’Expo debutterà  il nuovo iBook.
Ricordiamo che già  lo scorso febbraio per il MacWorld di Tokio non vi fu alcuna diretta nonostante venne presentato il PowerBook con FireWire e un upgrading degli iBook.
La mancanza di una diretta, se confermata, risulterebbe in un clamoroso scivolone nel complesso apparato allestito da Apple per dare rilevanza all’Apple Expo. Difficile smentire chi crede che la cancellazione del webcast e della trasmissione via satellite, qualunque sia il motivo, automaticamente declassa la fiera parigina ad evento di secondo piano rispetto alle rassegne di New York e di San Francisco.
Se il keynote non fosse trasmesso in diretta resterebbe, in ogni caso, la possibilità  che dal sito Webstudio possa essere resa disponibile una differita dell’evento. Al momento però dall’elenco dei programmi non risulta nulla di tutto ciò.