Distributori Francesi contro Apple

di |
logomacitynet696wide

Tempo di Expo ma anche tempo di proteste in Francia. Dopo l’annunciata manifestazione degli utenti Inglesi ora sono i rivenditori del paese transalpino a costituirsi in associazione per manifestare il loro disappunto contro la casa della mela.

Sembra davvero che la calata di Steve Jobs in Europa e l’apertura dell’Apple Expo non avvenga sotto i migliori auspici. Come se non bastasse lo sciopero degli autotrasportatori che se non fosse sospeso potrebbe mettere a durissima prova l’organizzazione e tagliare drasticamente il numero dei visitatori e la protesta annunciata da un gruppo di utenti Inglesi, giunge ora la notizia che circa 250 rivenditori Francesi si sono costituiti in associazione per manifestare tutto il loro disagio per le recenti politiche commerciali della società  di Cupertino.

In una lunga lettera che viene pubblicata da un sito (ADA.Mac-Fan.com) allestito per l’occasione, si elencano una serie sterminate di colpe, vere o presunte, di cui si sarebbe macchiata Apple. Si va dal taglio drastico ai margini che non consente più di allestire un servizio efficiente a relazioni difficili o addirittura impossibili con i responsabili locali di Cupertino. Non mancano accuse per lo scarso supporto offerte ai consumatori, per il continuo cambiamento di standard e sistemi di connessione per la scarsa informazione che viene data su nuovi prodotti che obbliga a contorsioni impensabili per la gestione del magazzino.

“Se pensate che Apple vi stia prendendo in giro – dicono gli aderenti all’Associazione dei distributori di Apple – unitevi ad un consistente network di di 250 distributori. Insieme difenderemo la nostra professionalità  sensibilizzando i vari protagonisti”.

Quest’ultima promessa fa pensare che il gruppo sia intenzionato a lanciare qualche forma di protesta o di iniziativa pubblica proprio in occasione dell’Apple Expo di Parigi. Al momento, però, non è stato ancora reso noto alcun dettaglio al proposito.