Dizionario di tedesco Zanichelli per iPhone, iPad e iPod touch

di |
logomacitynet696wide

Zanichelli rilascia su App Store la versione in digitale del suo dizionario di Tedesco per iPhone e iPod touch e compatibile anche con iPad (anche se in risoluzione non nativa). In vendita a 29,99 euro e parte di una ormai nutrita collana di opere di consultazione.

Il tedesco è una delle principali lingue al mondo, specialmente nel settore commerciale, e con l’Unione Europea e l’Euro è indubitabile che il suo impatto è ulteriormente cresciuto e anche nelle scuole, non solo nelle aziende. A questo pubblico, professionale e didattico, si rivolge la versione in digitale del dizionario Zanichelli, rilasciata oggi per iPhone e iPod touch.

L’applicazione contiene il testo integrale del Nuovo dizionario di Tedesco, a cura di Luisa Giacoma e Susanne Kolb, seconda edizione, pubblicato da Zanichelli in collaborazione con Klett Pons L’applicazione è ricercabile per sezioni (tedesca, italiana, entrambe): nella sezione DE, oltre alla ricerca immediata, cliccando su Lemmi si trovano le voci del dizionario, su Forme è possibile effettuare la ricerca di un verbo coniugato, del singolare e del plurale di un sostantivo al caso nom, gen, dat o delle forme di un aggettivo, ecc.

Tra le altre funzioni è possibile sfogliare indietro il dizionario (voce precedente); sfogliare avanti il dizionario (voce successiva); tornare alla ricerca precedente; scegliere la sezione in cui effettuare una ricerca. In ogni momento è possibile effettuare la rotazione dello schermo. L’applicazione evidenzia le strutture grammaticali e i collocatori, segnala la vecchia e laa nuova ortografia in base alla riforma ortografica, indica la pronuncia tedesca e italiana grazie ai segni diacritici.

Il dizionario contiene oltre 172.000 voci e oltre 211.000 accezioni.

Il Nuovo dizionario di Tedesco costa 29,99 euro ed è parte di un’offerta in cui sono compresi  il vocabolario d’italiano Zingarelli, il Ragazzini d’inglese, il Boch di francese, il Morandini dizionario dei film e l’Enciclopedia dell’Arte.