Dopo Yahoo, Microsoft tratta con AOL

di |
logomacitynet696wide

I dirigenti di Microsoft e AOL stanno discutendo da mesi un possibile accordo. Il Wall Street Journal rende noto il piano di riserva di Microsoft.

Microsoft continua a cercare alleanze e dopo l’abortito (per ora?) tentativo con Yahoo, punta ad Aol. A rendere note le trattative con il colosso dei servizi Web, è l’affidabile Wall Street Journal secondo cui i dirigenti delle due società  starebbero discutendo i termini di una partnership da lungo tempo, quindi anche in contemporanea alle interminabili vicende dell’affare Microsoft-Yahoo.

Nel momento in cui scriviamo non sono ancora stati comunicati annunci ufficiali da parte di Microsoft né di Time Warner, la società  che controlla AOL, inoltre non si hanno indiscrezioni sulla possibile struttura dell’accordo che non sarebbe ancora stato definito. La notizia getta nuova luce sulle strategie di Microsoft per la propria crescita sul Web: AOL potrebbe rappresentare una sorta di piano di riserva o di alternativa per Redmond nel caso l’affare Yahoo non andasse a buon fine.

Ricordiamo che la saga Microsoft-Yahoo non è ancora finita: l’ultimo episodio infatti risale a soli pochi giorni fa quando la società  Web ha rifiutato un’offerta lampo congiunta di Microsoft e dell’investitore Icahn. Secondo diversi analisti AOL incrementerebbe la forza di Microsoft sul Web ma non nella tecnologia dei motori di ricerca e della pubblicità  legata alle ricerche sul Web, il settore in cui domina il rivale Google e in cui si prevedono le crescite più consistenti per i prossimi anni. Per tutte queste ragioni osservatori e analisti ritengono che alla fine di tutto Microsoft raggiungerà  una qualche forma di accordo con Yahoo.

Curiosamente Aol era una delle realtà  cui Yahoo aveva chiesto aiuto, sotto forma di un accordo, nel momento di maggior pressione da parte di Microsoft.