Download podcast su iPhone attivo nella nuova beta

di |
logomacitynet696wide

Apple rilascia agli sviluppatori una nuova beta del sistema operativo di iPhone nella quale è attiva la funzione di download dei podcast. Più facile restare sempre aggiornati con le proprie sottoscrizioni. Ma per chi non ha una flat l’opzione andrà  usata con cautela.

La possibilità  di scaricare Podcast direttamente su iPhone sta arrivando. La conferma viene da un sito tedesco che ha messo on line nel corso della giornata di ieri alcune immagini che parlano molto chiaro in questo senso.

Dagli screen shots tratti dalla versione beta 2.2 del sistema operativo del telefono, si vede chiaramente come sia attivo il download dei podcast e come, in una seconda immagine, questo proceda attraverso la connessione 3G.

La prospettiva di fare un download dei podcast da iPhone è emersa durante i giorni scorsi quando da alcuni sviluppatori ha cominciato a trapelare qualche informazione sulla beta 2.2 del firmware. Tra le funzionalità , oltre a StreetView, anche l’accesso via rete cellulare ai Podcast. Nelle prime beta, però, l’opzione non era stata attivata e quindi non c’era la certezza che davvero sarebbe stata tra le opportunità  offerte ai clienti finali per la release definitiva. Ora, almeno a giudicare dalle schermate, si apprende che sono stati fatti passi avanti e quindi è molto probabile che al momento del lancio del nuovo firmware chi è interessato al servizio lo avrà  a disposizione.

àˆ interessante notare che altri siti segnalano come sia impossibile scaricare podcast di più di 10 MB. Verrebbe così replicata la stessa limitazione attiva per le applicazioni iPhone per le quali si viene reindirizzati alla connessione Wifi quando superano, appunto, i 10 MB di peso.

Si deve anche sottolineare come scaricare podcast “over the air” non risulti particolarmente appetibile per chi, come accade in Italia, ha un connessione mensile o settimanale con tetto dati. In situazioni come quella che vivono i clienti Tim e Vodafone nel nostro paese e in molte altre nazioni dove non c’è tariffa flat, sicuramente sottoscrivere podcast audio e video che raggiungono diversi mega al giorno consumando la proprio quota per un servizio che può essere ottenuto via Wifi e che spesso si può differire nella fruizione, non sembra essere particolarmente conveniente.