Dubbi sul test antenna di Consumer Report

di |
logomacitynet696wide

Sorgono i primi dubbi sul test con cui Consumer Report ha dimostrato l’inefficienza del sistema di antenna di iPhone 4. Secondo un ingegnere radio esperto in materia non è stato eseguito scientificamente e non è in grado di dimostrare dove realmente sia il problema.

Nonostante l’impiego di attrezzature professionali e il ricorso agli ingegneri, la prova di iPhone 4 eseguita da Consumer Reports non è un test scientifico affidabile. Questo è quanto rivela Bob Egan ingegnere radio esperto in materia che ha lavorato per anni su problemi e test nel campo della trasmissione radio.

“Per effettuare un test scientifico iPhone dovrebbe essere posizionato su un piedistallo non metallico all’interno di una camera anecoica” precisa Egan riferendosi alla speciale camera con un ambiente interno non influenzato dai campi elettromagnetici provenienti dall’esterno. Egan prosegue “Anche il simulatore di base station avrebbe dovuto essere posizionato all’esterno della camera con una antenna calibrata e schermata condotta all’interno della camera”.

Nel suo blog personale Egan evidenzia tutti i presupposti, le condizioni e anche le modalità del test effettuato da Consumer Reports, illustrandone i punti deboli e di fatto criticandone la validità scientifica. L’ingegnere radio dichiara che nonostante l’apparente scientificità e professionalità la prova di Consumer Reports non vale molto di più delle numerose prove sul campo o dei test non scientifici realizzati da numerose testate e blog su iPhone 4. In particolare tutte queste prove, inclusa quella di Consumer Reports, non permettono secondo Egan di individuare esattamente il problema.

“Anch’io non so quale parte del problema spetti ad Apple e quale parte invece è legata alla rete AT&T” l’ingegnere radio elenca le informazioni fondamentali che finora nessun test ha fornito – “Non sappiamo se l’effetto osservato sia o non sia simile a quello di altri dispositivi”. Ancora “Non sappiamo nemmeno se posizionando un dito sul punto di separazione delle antenne porta a desintonizzare l’antenna oppure se viene desintonizzato il ricevitore” infine Egan conclude che tutte queste informazioni non sono note nemmeno a Consumer Reports.

Nel suo mirato intervento Egan precisa che non è sua intenzione dichiarare che iPhone 4 non sia soggetto ad un problema hardware oppure software: per appurarne l’esistenza però occorrono test e prove eseguiti scientificamente, questo è in sostanza quello che l’ingegnere radio suggerisce di fare. Un messaggio indirizzato anche ad Apple che, sempre secondo Egan, già a questo punto conosce le risposte. Alla fine del suo post Egan dichiara che l’articolo è stato scritto in una sosta in auto sulla strada di rientro dal lavoro utilizzando un iPhone 4. L’ingegnere dichiara di aver comprato ben 3 nuovi iPhone, non è chiaro se per eseguire test o più probabilmente per lui e la sua famiglia. Infine Egan si propone a Jobs e ad Apple come tester: se Cupertino fosse disponibile ad inviargli qualche altro iPhone 4, Egan comunicherebbe i risultati dei test in una giornata. Una frase che sembra puntare il dito sui lunghi tempi di risposta di Apple sulla questione e su una certa reticenza che affligge Cupertino quando si tratta di affrontare problemi come quello in atto.