E Ink: accordo con Freescale per nuovi processori degli eBook

di |
logomacitynet696wide

eInk, monopolista di fatto della tecnologia per la carta elettronica (che alimenta Kindle e altri reader), si allea Freescale. Il patto d’acciaio serve a preparare l’apparecchio “definitivo” del prossimo futuro

Ci vorranno vari mesi, ma poi arriveranno apparecchi con processori integrati di tutto rispetto. Capaci di cose impossibili precedentemente. Sarà  il frutto dell’alleanza tra E Ink, l’azienda bostoniana che produce la carta elettronica (oggi l’azienda è stata acquistata dal suo terzista taiwanese Prime View) e Freescale, lo spin off per la produzione di microprocessori integrati ex Motorola.

Il Patto d’acciaio tra Freescale ed eInk è strategico per il settore dei libri elettronici. In questo Natale uno dei regali più popolare non solo negli Usa è infatti il Kindle di Amazon, l’apparecchio capace di far scaricare senza fili i libri e leggerli su un pannello passivo ad alta capacità  riflettiva.

Freescale dovrà  sviluppare insieme a E Ink una nuova soluzione SoC (system on a chip) che integrerà  i processori I.MX di Freescale e i display controller Vizplex di E Ink. I possibili sviluppi per il futuro saranno quelli relativi a nuove generazioni di apparecchi più leggeri, potenti ed economici: dagli eNewspapers ai tablet Pc fino a display secondari per laptop, eNotebook ed eDictionary.