Ecco WPA2, la nuova frontiera della sicurezza wireless

di |
logomacitynet696wide

Presentato dalla Wi-Fi Alliance il nuovo standard, che arricchisce il precedente Wpa aumentandone il livello di sicurezza. In futuro un aggiornamento per il firmware di basi e schede AirPort?

Il nuovo standard per la sicurezza senza fili si avvicina. Approvato dalla Wi-Fi Alliance, WPA2 è l’evoluzione del primo WPA, Wi-Fi Protected Access, che è supportato da tutte le schede AirPort e dalle basi AirPort Extreme ed Express (basate cioè su 802.11g), mentre le precedenti basi (grafite e bianche) non sono in grado di essere aggiornate per mancanza di adeguate risorse di calcolo per gestire la crittazione al volo dei dati.

WPA2 porta con sé anche alcune delle componenti dello standard allo studio del collegio degli ingegneri statunitensi, IEEE, l’organismo che si occupa di studiare gli standard, e che passa sotto la sigla di 802.11i. Quest’ultimo è differente dall’802.11g utilizzato da AirPort Extreme solo per le componenti di sicurezza, mentre le modalità  di trasmissione e le frequenze rimangono sempre le stesse.

Il nuovo WPA2, che sfrutta anche l’Advanced Encryption Standard (AES) ben noto agli utilizzatori di Mac Os X perché inserito per esempio in File Vault (modalità  di crittazione della home), dovrebbe essere facilmente compatibile con le schede Wi-Fi in commercio, mentre il problema potrebbe porsi per gli access point, dal momento che il differente algoritmo di crittazione dei dati richiede carichi di calcolo diversi e potrebbe andare al di là  delle possibilità  di alcune hardware più vecchi. Non ci sono di solito problemi per i computer, dato che il lavoro di crittazione-decrittazione viene effettuato dal processore.

Per fare un po’ di chiarezza tra i due organismi che realizzano i vari standard, vale la pena ricordare che mentre il ruolo dell’IEEE è esclusivamente quello di creare gli standard, studiandone le specifiche tecniche, la Wi-Fi Alliance è un insieme di aziende che certificano (con un apposito bollino imposto sulle confezioni dei prodotti) l’adesione agli standard dell’IEEE in questo settore. Si tratta anche del gruppo di promotori del Wi-Fi, che ha selezionato il nome commerciale dello standard giudicato più attraente e semplice da ricordare per i clienti di 802.11