Ecco l’AppleStore di Tokio?

di |
logomacitynet696wide

Dovrebbe essere il primo negozio di Apple al di fuori degli USA. Fervono i lavori nonostante manchino diversi mesi all’inaugurazione nel quartiere commerciale di Ginza.

Come abbiamo avuto modo di annunciare a fine maggio, gli AppleStore diventano internazionali nel 2004.

In meno di due settimane aprirà  i battenti l’importantissimo negozio di Chicago (quasi sicuramente il cinquantanovesimo della serie) mentre questo scorso week end è stato inaugurato con i soliti “rituali” l’AppleStore di Chestnut Hill, nel Massachusetts.

Poco meno di un anno e gli AppleStore sbarcheranno nel primo paese straniero (rispetto agli USA), il Giappone, dove il marchio di Cupertino ha un fascino, se possibile, ancora maggiore che altrove.

Da Apple ancora pochi dettagli riguardo a questo negozio se non che l’apertura è prevista per la primavera 2004 , ma grazie agli amici di The Inquirer e a Cristiano Missao Uyeno che ha fisicamente scattato la fotografia, possiamo già  mostrarvi che nel quartiere commerciale di Ginza i preparativi per un negozio a più piani sono in corso.

Non sono presenti insegne di Apple sulle coperture della palazzina ma è evidente che essendo l’unico in costruzione nella prestigiosa zona, non possa che essere la location scelta da Apple.

La strada è Main Avenue e i “vicini di casa” sono il Channel Ginza Store e il Cartier Ginza Store.

La struttura sul tetto della costruzione è stata introdotta con l’inizio dei lavori e non sappiamo ancora se dovrà  servire ad una insegna di Apple molto evidente o a qualcos’altro.

In precedenza il palazzo era occupato da un istituto bancario e i permessi di costruzione mostrati all’esterno recano il 31 dicembre come termine dei lavori, il che sembra decisamente anticipato rispetto alla scadenza primaverile che si è posta Apple: i casi sono due: o le date su quei cartelli subiscono non sono dissimili di quelle che si vedono in Italia, ovvero sono del tutto aleatorie, oppure sarà  necessario un successivo periodo di lavori con relativa seconda autorizzazione… sempre che si confermi la presenza dell’AppleStore giapponese.