Esselunga MusicStore sfida l’iTunes Store di Apple

di |
logomacitynet696wide

L’iTunes Store di Apple è il dominatore incontrastato della musica digitale. Fino adesso i più acerrimi concorrenti di Steve Jobs & C. hanno dovuto alzare bandiera bianca l’uno dopo l’altro. Ora la sfida viene portata da una azienda italiana, Esselunga, che punta tutto su prezzi, servizi streaming e ben sei milioni di brani da scegliere nel suo catalogo musicale.

Esselunga, una delle principali catene italiane del settore della grande distribuzione alimentare, in collaborazione con con Play.me by Dada, hanno deciso di lanciare il guanto di sfida nel mercato della musica digitale nientedimeno che all’iTunes Store di Apple.

Esselunga MusicStore vanta un catalogo musicale di tutto rispetto, con oltre 6 milioni di brani in formato MP3 in alta qualità, che possono essere scaricati sul proprio Mac o PC e poi sincronizzati tramite iTunes con iPod, iPhone e iPad. Proprio come l’iTunes Store, è possibile ascoltare un’anteprima di 30 secondi prima di acquistare un brano musicale. In più, oltre a potere comprare le canzoni, è possibile ascoltare in streaming la musica.

“L’iniziativa è stata possibile anche grazie alla proficua collaborazione delle case discografiche: da Sony Music a Universal Music, da Warner Music a Emi Music e Sugar e da realtà come Kiver e Made in Etaly che hanno aderito con entusiasmo al progetto” ha spiegato Roberto Selva, Direttore acquisti Non-Food di Esselunga.

Per poter acquistare e scaricare la musica dal negozio virtuale di Esselunga è necessario comprare la Music Card in vendita presso i supermercati del gruppo. Si può scegliere tra una card da 9,90 euro con 15 canzoni scaricabili e un mese di streaming illimitato; da 29,90 euro con 50 canzoni scaricabili e due mesi di streaming illimitato; da 49,90 euro con 120 canzoni scaricabili e tre mesi di streaming illimitato. Una nota di colore, il simbolo di Esselunga MusicStore è un simpatico limone giallo con tanto di cuffiette per iPod e occhialini alla John Lennon; si tratta di “John Lemon”, reso noto da precedenti pubblicità di Esselunga; lo slogan che gioca sui termini, è una chiara frecciata ad Apple: «Anche i miti prima o poi vengono scaricati»
Esselunga MusicStore