Filemaker 7 è pronto

di |
logomacitynet696wide

Dopo un lavoro durato 3 anni è finalmente pronto Filemaker 7. L’aggiornamento del database più popolare per il mondo Mac porta un prodotto interamente riscritto. Non più compatibile con l’ambiente Classic.

FileMaker annuncerà  ufficialmente nel corso della giornata di oggi la versione 7.0 di FileMaker Pro.

L’€™update, in sviluppo da tre anni, si presenta come una versione interamente riscritta del database che ha fatto la storia del Mac. Buona parte del codice è stato aggiornato, rimuovendo le parti più ‘€œantiche’€ e meno adeguate a tenere al passo dei tempi l’€™applicazione.

Le modifiche apportate rendono non solo FileMaker 7.0 ‘€œla più significativa release di sempre, ma anche non più compatibile con i vecchi sistemi operativi. Gli OS supportati sono infatti solo Mac OS X e Windows XP.

La novità  principale di FileMaker Pro è la trasformazione in database relazionale. Cioé permette a ciascun file di archiviare non una sola tabella ma più tabelle (fino ad un milione) incrementando in maniera esponenziale le capacità  di calcolo di FileMaker ora in grado di archiviare 4000 volte il contenuto del vecchio FileMaker e gestire fino a 8 terabytes di dati.

Tra le altre novità  la capacità  di archiviare e gestire ogni tipo di file, da quelli in PDF ai documenti di word, dai file multimediali ai fogli di calcolo. Novità  anche nel campo della sicurezza, notevolmente incrementata.

La versione Unlimited di FileMaker sarà  sostituita da una versione chiamata Server 7 Advanced, ma sarà  disponibile anche una versione Server 7 limitata a 250 utenti contemporanei e 125 database. Sia la versione Advanced che quella ‘€œstandard’€ sono annunciate per l’€™estate, dopo il rilascio di FileMaker 7. Prevista anche una versione per dispositivi mobili in grado di leggere le applicazioni runtime.

FileMaker proporrà  diverse facilitazioni per l’€™aggiornamento non solo dalla versione 6.0 ma anche dalla versione 2.1 e superiori. Il costo di acquisto per i possessori di vecchi licenze sarà  ridotto del 50%.

Al momento non ci sono notizie ufficiali sulla disponibilità  per il mercato italiano. I comunicati internazionali parlano di un lancio contestuale per America ed Europa per domani, 10 marzo.