FinePix F200EXR: stop alla corsa dei megapixel a favore della qualità 

di |
logomacitynet696wide

Una ventata di novità in un settore dove la corsa ai megapixel sembra ormai l’unico fattore rilevante: nella nuova compatta FinePix F200 FujiFilm ha integrato il sensore Super CCD EXR, in grado di modificare il suo funzionamento a seconda delle condizioni di scatto per offrire sempre immagini di qualità.

Con una scelta contro-tendenza gli ingegneri e il management di FujiFilm hanno deciso di ridurre il contributo nella corsa verso una concentrazione sempre più elevata di megapixel in sensori dalle dimensioni sempre più piccole, una abbinata che può portare a immagini di minore qualità  complessiva. Così per la nuova originale compatta FinePix F200EXR hanno preso come modello l’occhio umano progettando il primo sensore CCD in grado di trasformare il proprio comportamento a seconda della scena da riprendere.

Nella modalità  alta risoluzione il Super CCD EXR sfrutta tutti i 12 megapixel per offrire il massimo dei dettagli in condizioni di piena luce. In condizione di luce meno favorevoli il sensore passa automaticamente alla modalità  alta sensibilità  con basso rumore: i pixel del sensore vengono di fatto accoppiati, passando così dai 12 MP standard a 6 milioni di fotodiodi in grado di assorbire molto meglio la luce. In questo modo la nuova FinePix F200EXR è in grado di realizzare immagini di qualità  anche con poca luce ambiente, il tutto riducendo rumore e il fastidioso effetto sgranato.

Nella modalità  Wide Dynamic Range la macchina fotografica utilizza due esposizioni diverse per realizzare due serie di immagini da 6 megapixel che poi vengono combinate. Il risultato è una immagine eccellente per dettagli delle alte luci che tipicamente vanno perse. Oltre al funzionamento completamente automatico, l’utente può lavorare in modalità  EXR in cui può scegliere manualmente quale impostazioni del sensore utilizzare per scattare la fotografia.

La nuova FinePix F200EXR dispone di una tecnologia di riconoscimento dei volti di terza generazione, automatismi per l’utilizzo del flash anche nelle macro per evitare l’effetto slavato, 5 modalità  di simulazione della pellicola che, per la prima volta nelle compatte permettono di scegliere la simulazione di pellicole diverse a seconda del tipo di foto che si intende eseguire. Dotata di zoom ottico 5x con grandangolo da 28mm e teleobiettivo da 140mm ed è in grado di scattare fino alla sensibilità  ISO 12800 alla risoluzione di 3MP: dispone di una uscita HD per la visualizzazione delle foto direttamente sui televisori di ultima generazione. Attesa per questa primavera, devono ancora essere annunciati prezzo e disponibilità  per il mercato italiano.