Forti tagli ai prezzi di G4 e PowerBook

di |
logomacitynet696wide

Terminate le promozioni che scadevano al 31 dicembre su AppleStore arrivano i nuovi prezzi. Tagli consistenti ai listini di G4 PowerBook

Non si ferma per Apple la inevitabile e dolorosa (per le casse societarie) corsa per liquidare le macchine invendute in magazzino.
E così, terminate le promozioni con bundle per l’acquisto di Cubi con monitor e tagli ai G4, arrivano gli sconti al listino.
I più tempestivi sono stati gli americani che già  ieri presentavano sul loro AppleStore nuovi prezzi più bassi di quelli già  ottimi praticati fino al 31 dicembre, nella notte ha fatto seguito anche AppleStore Italia che ha drasticamente ridotto i prezzi su tutta la gamma Pro, ovvero i G4, i Cubi e i PowerBook.
Si tratta in certi casi di tagli e in altri di adeguamento ai prezzi promozionale senza necessità  di effettuare bundle con altri dispositivi.
Nel settore desktop il taglio al listino va dalle 500.000 lire dei G4/350 monoprocessore che ora senza IVA costano 2.999.000, alle 800.000 in meno per la versione a 500 MHz che costa ora 5.699.000. Sconto di 500.000 lire anche al Cubo da 450 MHz che sul negozio on line di Apple ora costa 3.199.000 lire: in questo caso si tratta dello stesso prezzo con cui la macchina veniva offerta in bundle con i monitor, ma ora è possibile scegliere un monitor qualsiasi anche non Apple. Scendono ancora, dopo la serie di promozioni e di sconti al listino che erano state lanciate tra fine novembre ed inizio dicembre, anche i PowerBook. Il G3/400 MHz è calato di quasi oltre 800.000 lire e ora costa 4.499.000 lire, la versione a 500 MHz addirittura ha un prezzo da saldo, 4.999.000.

Per ora i prezzi sono ribassati solo su AppleStore ma il taglio al listino si rifletterà , con grande probabilità , anche sui prezzi praticati dai rivenditori.

Inevitabile pensare che le feste di Natale non abbiano portato in dono alla società  di Cupertino l’attesa liquidazione dei magazzini e che si sia reso inevitabile un nuovo e a questo punto estremo, tentativo di incentivare le vendite in vista del lancio di nuovi modelli ad Apple Expo che si apre il prossimo martedì e che noi seguiremo in diretta con i nostri inviati.

Se infatti Apple, come tutti sperano, presenterà  hardware effettivamente innovativo potrebbe diventare difficilissimo cancellare dai magazzini la merce ancora in deposito, dunque la settimana che si è aperta oggi (dopo la festa di ieri) diventa decisiva.
L’impressione generale, in ogni caso, è che anche se le scorte non sono esaurite, che esse si siano abbassate.
Le fonti di Macity nei giorni scorsi, poco prima del Natale, avevano segnalato un abbassamento dei livelli di tutti i modelli high end, sia di PowerBook che di G4, che presso alcuni grandi distributori sono di fatto esauriti.