Freescale ottiene l’OK per Ultra WideBand: l’home teather senza fili

di |
logomacitynet696wide

Nei sistemi casalinghi di trasmissione senza fili per la multimedialità  si fa largo l’UWB – di Freescale, già  divisione dei chip di Motorola.

Freescale ha appena ottenuto, per prima, dall’ente statunitense FCC la certificazione per far operare con la tecnologia UWB – Ultra WideBand in ambito domestico nel settore l’home entertainment.

Il prodotto di riferimento di Freescale per ora è il chipset XS110 e già  per questo Natale sono previsti sul mercato i primi esemplari, ma il boom dovrebbe avvenire nel corso del 2005 con applicazioni che si contenderanno il favore del pubblico domestico per l’eliminazione dei cavi dal salotto di casa per musica e immagini, interpreti della sfida: Bluetooth (più che altro per il controllo a distanza o collegamenti solo audio), Wi-Fi e UWB.

I primi prodotti dell’home theater che ingloberanno UWB dovrebbero essere grandi schermi televisivi (plasma o LCD), videoregistratori digitali, set-top-box poi hard disk portatili e videocamere digitali.

Grazie alla tecnologia DS-UWB – Direct Sequence UWB la coesistenza con altri sistemi wireless è assicurata, UWB è candidato dai suoi supporter a diventare lo standard IEEE 802.15.3, quello delle WPAN – Wireless Personal Area Network funzionanti a 110 Mbps che assicurano economicità  nel consumo di energia.

UWB occupa negli USA la banda delle frequenze comprese tra i 3,1 GHz e i 10,6 GHz.