Fujitsu passa ad Amd, lasciando l’esclusiva con Intel

di |
logomacitynet696wide

Piccola grande rivoluzione nel settore dei microprocessori. Una delle roccaforti di Intel “apre” all’uso dei processori di Advanced Micro Devices. Inizia a scricchiolare il quasi-monopolio dell’azienda guidata da Paul Otellini.

Nel settore server, un tassello si sposta: il processore 64 bit di Amd, Opteron, è stato scelto da Fujitsu. In questo modo la casa nipponica nel settore server potrà  far conto su di una linea di prodotti che comprende quattro su cinque dei principali produttori di microprocessori: Sparc, Itanium, Xeon.

A partire dalla causa anti-trust che Amd ha scatenato contro Intel, e che a partire da poco prima dell’estate ha fatto rumore sui giornali di tutto il mondo, non sono pochi i marchi che vendono server e Pc ad essere passati – o perlomeno ad aver preso nella loro linea – uno o più modelli di processori Amd.

Rimane come roccaforte sia per i volumi che per il significato psicologico che ha sul mercato il primo produttore di Pc del mondo, Dell.

Intel replica a questa “emorragia” di clienti iniziando una attività  di velocizzazione nella produzione di nuovi modelli dei suoi processori. Nel settore server, ad esempio, la casa di Santa Clara ha presentato una variazione dello Xeon, il modello Paxville cioè Hot Carl, mentre si avvia alla produzione di processori a doppio nucleo in tempi brevi.