Fusione tra iTunes e Safari in arrivo?

di |
logomacitynet696wide

Secondo una fonte americana iTunes e Safari potrebbero convergere in un unico prodotto. Apple mira ad accrescere in questo modo la percentuale di mercato del suo navigatore, superato da Chrome. Ma chi ha diffuso la voce in passato ha spesso sbagliato bersaglio.

Secondo il sito Three Guy and a Podcast, Apple avrebbe in cantiere una versione congiunta di Safari e iTunes. La mossa consentirebbe di far emergere Safari dai browser di nicchia e potrebbe essere comunicata nel corso di un evento che si terrà il prossimo inverno. 

Apple ha acquistato a dicembre del 2009 Lala, società specializzata nello streaming di musica, per la cifra di 80 milioni di dollari. La finalità di tale acquisto è sempre stata vista come una mossa per integrare un servizio per lo streaming on-line della musica, accessibile da un qualunque browser, evitando di proporre soluzioni che richiedono applicazioni desktop. iTunes è ad ogni modo rimasta un’applicazione desktop e nonostante Amazon e altri hanno compiuto vari sforzi per toglierle lo scettro, l’applicazione supera qualunque competitor come piattaforma per la distribuzione di contenuti multimediali. Finché i dispositivi con iOS continueranno a proliferare, lo stesso farà iTunes.

Ad aprile del 2003, Apple ha lanciato l’iTunes Store: l’integrazione dello store in iTunes ha trasformato quest’ultimo in un browser WebKit per l’organizzazione e la memorizzazione di file e applicazioni. Al momento l’esperienza di navigazione in iTunes è limitata alla sola gestione dei contenuti protetti; Apple potrebbe voler integrare iTunes in Safari accrescendo in questo modo le sue quote nel mercato dei browser. Safari, infatti, detiene (dati dicembre 2010) il 4,46% delle quote di mercato e sarebbe stato già scalzato da Chrome, il browser di Google. La debolezza di Safari consente a Google di fare scelte coraggiose, come dimostra il recente annuncio di voler interrompere il supporto all’H.264, in favore del codec WebM. Si tratta in realtà, fa notare il sito Three Guy and a Podcast, di un tentativo di spostare l’attenzione dalla piattaforma iOS, danneggiando anche Safari.

Safari potrebbe essere l’unico browser in grado di accedere allo store integrando iTunes nel browser stesso; “spostare la barra laterale di iTunes in Safari non è un lavoro così complesso” avrebbe affermato una fonte non meglio precisata; e ancora: “L’uso di Safari schizzerebbe alle stelle in conseguenza dell’integrazione dei software”.

Quando sia fondata questa ipotesi, se si tratta, appunto, solo di una ipotesi o di una indiscrezione vera e propria destinata a materializzarsi, lo potrà dire solo il tempo. Qui si può solo sottolineare come in passato “Three guys and a podcast” è scivolato in più casi su predizioni che si sono dimostrate del tutto errate.

 

[A cura di Mauro Notarianni]