GDC 2010 – Microsoft scommette sui giochi per Windows Phone 7

di |
logomacitynet696wide

Lanciare una piattaforma telefonica in un mercato come quello attuale è molto difficile, vista la potenza di Apple con iPhone e quella di Google con Android, oltre ai soliti noti come Nokia e Rim. Per questo Microsoft scommette sul gaming come strada per rilanciare Windows Phone 7.

I giochi avranno pieno diritto di stare sulla piattaforma di Phone 7, ha dichiarato il general manager di Xbox Live mobile Ron Pessner alla folla di cronisti che lo circondavano durante una conferenza stampa a cui ha partecipato in esclusiva anche Macity alla Game Developer Conference in corso in queste ore a San Francisco.

I giochi perché è con quelli che si riuscirà  a costruire una nuova dimensione dell’intrattenimento e perché Apple ha dimostrato che c’è un ampio pubblico che vuole usare i suoi apparecchi portatili per scopi diversi, anche videoludici. Per arrivare al gaming, però, ci vuole qualcosa di più che non la semplice volontà  politica degli executive di Microsoft, come sanno bene gli sviluppatori riuniti a San Francisco.

Per questo l’annuncio è stato particolarmente concreto: il riferimento è a XNA 4.0 Game Studio, la suite di sviluppo che sarà  in comune per Windows Phone 7, Xbox 360 e PC basati su Windows.

Sono alcuni gli aspetti che Microsoft vuole emergano dalla sua strategia per quanto riguarda la telefonia mobile del futuro di Redmond: uno in particolare è quello relativo al 3D. Ovvero alla possibilità  di realizzare giochi che sfruttino la tecnologia Direct3D per schede grafiche di accelerazione moderne, nell’idea che i telefoni cellulari dei prossimi anni avranno una dotazione hardware paragonabile alle console e ai PC attuali. E soprattutto per fare in modo che ci sia continuità  nel lavoro degli sviluppatori e nell’esperienza degli utenti. Per questo Microsoft sottolinea che lo sviluppo dovrà  essere al 95% cross platform, cioè portabile con facilità  fra le tre piattaforme per cui la futura versione di XNA sarà  compatibile.

Una strategia che sta già  raccogliendo il plauso di grandi produttori di software come EA Mobile, Gameloft, Glu Mobile, Capcom e Oberon, oltre ai piccoli e agli indipendenti. “Il tool è stato scaricato più di un milione di volte”, dice Pessner, “quindi il mercato c’è”.