Gasse, addio a Be

di |
logomacitynet696wide

Gasse lascia Be. Dopo la cessione a Palm abbandona la creatura che aveva contribuito a creare, dopo la sua partenza da Apple, nel 1990.

Gassee lascia Be. Il manager francese ha infatti annunciato ieri di avere abbandonato la società  che, ceduta qualche mese fa a Palm, cesserà  tra qualche giorno le operazioni.
Gasee aveva fondato la società  dopo la sua partenza da Apple, nell’ormai lontano 1990. Allora l’intenzione era quella di costituire una realtà  che si occupasse di produrre sistemi operativi. Intorno al 1995 vide la luce BeOs, un prodotto decisamente innovativo che aveva il vantaggio di girare su hardware Mac. Dopo alcuni mesi di sperimentazione Gassee fu sul punto di vendere Be ad Apple che però successivamente scelse NeXT, anche questa fondata da un ex Apple, Steve Jobs.
Da quel momento in avanti Be iniziò il suo declino che subì una brisca accelerazione quando Apple “chiuse” la piattaforma impedendo il funzionamento di altri sistemi operativi che non fossero quelli prodotti a Cupertino. Be sviluppò un Os per piattaforma PC, che non ebbe alcun successo, poi si rivolse al mondo dei palmari e dei navigatori per Internet. Ma la crisi economica schiacciò ogni sforzo e lo scorso mese di agosto Palm acquistò Be per 11 milioni di dollari. Obbiettivo: incorporare alcune delle tecnologie che rendevano l’Os di Be adeguato a sviluppare una piattaforma multimediale anche sui PDA.
In questo contesto, in base ai primi accordi, Gassee sarebbe rimasto accanto alla sua “creatura”, ma ora evidentemente l’ex Applee, un personaggio imprevedibile e vulcanico quasi quanto Jobs, ha deciso altrimenti.