Gigagroup: entro il 2003 Apple passerà  ad Intel

di |
logomacitynet696wide

La fine della piattaforma PowerPC è vicina e Apple sarà costretta a passare a x86. La previsione in un discutibile report di una società di indagini di mercato che sembra non conoscere bene Cupertino.

Apple potrebbe essere costretta ad abbandonare la piattaforma PowerPC entro il 2003 e a passare ad Intel. La previsione è di una società  di indagini, Gigagroup, che la include in una ricerca pubblicata ieri e finalizzata a fare il punto sullo “stato” del mercato dell’IT e i suoi futuri sviluppi.

Secondo Gigagroup, il cui maggior responsabile Robert Enderle in passato si è già  distinto per alcune affermazioni che hanno lasciato qualche dubbio sulla sua comprensione del mondo e del mercato Apple, le ragioni della scelta saranno imposte dalla obsolescenza della piattaforma Mac.

Secondo il report Apple scenderà  sotto il 2% del mercato nel corso del 2003 venendo espulsa da tutti i segmenti tranne che da quello consumer. A determinare questo scenario sarebbe il rifiuto da parte dei consumatori di tutto l’hardware non standard che favorirà  Linux e Unix. In aggiunta a questo, pare di capire, il mercato della grafica volterà  le spalle ad Apple visto che Quark cambierà  strategie, a sua volta abbandonando il mercato della Mela.

“Tutto questo – dice il report – aggiunto allo svantaggio tecnologico nei confronti di Intel, lascia pensare che Apple sarà  obbligata a passare alla piattaforma x86 entro la fine del 2003”