Gli OLED si muovono

di |
logomacitynet696wide

Kodak, leader nello sviluppo dei prossimi display sottilissimi, si accorda con Samsung e NEC per i cellulari.

I display OLED – Organic Light Emitting Diode troveranno presto varie applicazioni commerciali, seppure nella loro versione a matrice passiva, in alcuni telefoni cellulari grazie alla collaborazione tra Kodak, NEC e Samsung e la sua nuova joint-venture Virtex Systems, che già  si occupa di display LCD.

Entro il 2004 gli OLED a colori in prodotti sul mercato saranno una realtà  che va oltre ai micro display dei rasoi come accade, maggiormente, oggi.

Secondo una ricerca di DisplaySearch nel 2007 la fascia di mercato degli OLED rappresenterà  3,1 miliardi di dollari, contro ai 112 milioni di dollari di adesso.

Virtex è in possesso della tecnologia BARIX – Barrier Engineering Program che pare essere la miglior soluzione per velocizzare i processi di assemblaggio (che per la produzione di massa rappresenta una delle maggiori spese), anche se aziende come Iridigm hanno progetti alternativi.

Anche la pubblicazione scientifica Nature si è occupata degli OLED nel numero del 20 febbraio.

Attualmente i piccoli display LCD rappresentano una le componenti che consumano più voracemente l’energia nei dispositivi portatili: gli OLED, non necessitando di una retro-illuminazione, potrebbero sostiturli efficacemente.