Gli iPod useranno chip di Samsung

di |
logomacitynet696wide

Samsung annuncia, dopo l’accordo sulle memorie, un atro patto con Apple. Saranno prodotti dalla società  Coreana i chip che prenderanno il posto di quelli di PortalPlayer negli iPod flash. Potenza, flessibilità  e moderntà  le ragioni della scelta di Cupertino.

Il chip del nuovo iPod flash sarà  prodotto da Samsung. La notizia giunge direttamente dalla casa coreana per iniziativa di Jon Kang, senior vice president for the technical marketing group di Samsung Semiconductor, la filiale Americana di Samsung che ha rivelato l’accordo durante SEMI, la Strategic Business Conference in corso a Napa, in California.

“Abbiamo lavorato a lungo con Apple – ha detto Kang – e avere ottenuto un ordine per il nostro chip è una grande vittoria per il nostro gruppo. Si tratta della più grande ordinazione per un circuito integrato di nostra produzione”.

Del processore che prenderà  il posto di quelli di PortalPlayer nei nuovi iPod con memoria allo stato solido non si sa quasi nulla. L’unica informazione disponibile è che si tratta di uno dei processori basati su tecnologia ARM, un tipo di chip in dotazione a vari dispositivi da tasca tra cui anche PDA e cellulari. Non è chiaro se si tratta di un chip già  in produzione o di uno che deve essere ancora rilasciato.

Samsung (come Intel, Freescale e Texas Instruments) ha acquistato in licenza le tecnologie di ARM per sfruttarne le prestazioni molto elevate in termini di velocità  di clock e di flessibilità . Un processore basato su ARM, in pratica, è in grado di supportare dispositivi molto più ricchi dal punto di vista delle funzioni di quanto non sia in grado di fare un chip di PortalPlayer. Basti pensare che tutti i più recenti PDA avanzati e con velocità  di clock anche sopra i 600 MHz, usano processori (principalmente di Intel) basati su tecnologia ARM.

Alla luce di quanto appena riferito è evidente che Apple punta ad avere il massimo delle prestazioni e aprire nuove strade ad iPod. Le prospettive appaiono molto interessanti se si pensa che l’ultimo core annunciato da ARM (Cortex A8) raggiungerà  una velocità  fino ad 1 GHz con consumi, potrà  avere consumi di appena 300 milliwatt e supporterà  sistemi di sicurezza avanzati e permetterà  le transazioni on line protette e cripate a livello hardware. Tra i clienti di questo nuovo nucleo c’è, appunto, anche Samsung che lo utilizzerà  a partire dal prossimo anno.

Ricordiamo che tra Apple e Samsung esiste già  un patto consolidato che prevede la fornitura da parte della società  Coreana di un gran numero di memorie NAND destinate proprio ad iPod.