Gli stranieri clienti primari per il nuovo store di New York

di |
logomacitynet696wide

Apple con il nuovo negozio di New York punta alla clientela straniera? A dirsi convinti del target è una analista, che esamina locazione e dettagli operativi del punto vendita della Quinta Strada.

La chiave di volta della strategia commerciale alla base del negozio Apple sulla Quinta Strada è la clientela internazionale. Il parere è contenuto in una intervista a Charles Wolf pubblicata da Business Week.

Secondo l’analista di Needham & Co. Apple nella scelta della città , degli orari di apertura e della locazione, avrebbe messo in conto la possibilità  di catalizzare la maggior quantità  possibile di clienti internazionali. Ad attirare gli stranieri in quella zona sono i negozi delle grandi firme della moda; i numeri messi insieme dal turismo internazionale a New York sono enormi: nel 2005 sono arrivati a Manhattan 1,1 milioni di sudditi del Regno Unito, 762.000 dal Canada, 327.000 dalla Germania e 322.000 dal Giappone. “Se l’euro – dice Wolf continua a restare così forte come è oggi nei confronti del dollaro, i clienti europei se ne andranno da quel negozio non con un computer ma con decine di prodotti”.

Secondo gli analisti Apple sarebbe stata in grado anche di contrattare un ottimo prezzo per lo spazio che occupa il negozio. Questo grazie al fatto che si tratta di un’area sotterranea che ha un valore relativo rispetto ad un punto vendita al piano terra.