Google Picasa 3 arriva sul Mac in beta pubblica

di |
logomacitynet696wide

Google ha rilasciato una beta pubblica della sua applicazione Picasa 3 per il sistema operativo Mac OS. Il software anche se non completamente funzionante in tutte le sue opzioni permette di organizzare, modificare e caricare le foto sul web oltre che di creare CD di presentazioni.

Finalmente disponibile per Mac la beta pubblica di Picasa 3, il software di Google per gestire le vostre immagini digitali già  da tempo disponibile su Windows e in seguito anche per Linux. Il software gira su Mac OS X 10.4 o successivi ma solo se avete un Mac con processore Intel

Come sugli altri sistemi operativi Picasa è in grado di organizzare le foto presenti su qualsiasi cartella del vostro computer e, sul Mac indicizza pure le foto presenti nella gallera di iPhoto senza ingerire sulla loro organizzazione e se necessario per ragioni di editing, duplicandole.

Sono presenti tutti gli strumenti di modifica, dalla gestione dell’esposizione, alla creazione di Collage, dall’aggiunta di testo alla realizzazione di CD di presentazione.
Il software va quindi ad integrare e completare, a costo zero, l’offerta di strumenti di iPhoto permettendo ilnoltre di caricare le immagini.

Nel nostro breve test abbiamo apprezzato la velocità  di indicizzazione delle foto e la ricchezza degli strumenti messi a disposizione.

L’interfaccia, per essere coerente con le versioni Windows e Linux non è molto Mac-Like ma si fa apprezzare per le icone colorate e divertenti: Google promette di raffinarla e adattarla alle esigenze degli utenti della mela nelle prossime versioni. Durante il test l’applicazione si è “piantata”: si tratta pur sempre di una beta e quindi inviatiamo gli utenti a fare un backup delle proprie immagini prima di manipolarle con l’applicativo.

Ricordiamo che nel software è incluso l’accesso al servizio di album online di Picasa (Web Albums) che permette di avere un 1 GB di spazio web per caricare le proprie immagini ed è disponibile anche in altre capacità  a pagamento.

In precedenza Picasa WebAlbum era sfruttabile in collegamento con iPhoto grazie ad un plugin per l’applicazione realizzato da Google.

Con l’applicazione è possibile indicizzare anche i filmati e caricarli su Youtube e realizzare un filmato da uno slideshow anche con una musica di sottofondo. Nella versione Mac son assenti alcune opzioni della versione Windows come il geotagging.

picasa1
picasa2