Google contro eBay, sfida al calor bianco

di |
logomacitynet696wide

Il confronto tra il nuovo sistema di pagamento introdotto dal motore di ricerca e Paypal, il borsellino elettronico della più grande casa d’aste digitali al mondo diventa più duro. Checkout non verrà  accettato da eBay, mentre il manager a capo della divisione Paypal lascia improvvisamente.

Avevano detto che non c’era competizione, che non c’erano avversari, che non c’era niente da temere. Eppure, qualcosa da temere c’è. eBay prende le misure e inizia con il bandire dal suo sito come metodo di pagamento Checkout, la novità  appena lanciata da Google per gestire i soldi online nei micro pagamenti, proprio come Paypal.

Secondo eBay, il sistema di pagamento non è ancora “consolidato storicamente” e quindi non può essere ammesso. Secondo Google, che non commenta direttamente, invece è una bugia, visto che il sistema è l’evoluzione del meccanismo con il quale il motore di ricerca fa pagare da anni i suoi AdSense e AdWords, le pubblicità  online, molto utilizzate anche dalla stessa eBay. Quindi, qualcosa che non gira bene c’è.

In più, Jeff Jordan, capo della divisione Paypal della stessa eBay (che aveva comprato il borsellino elettronico alla fine degli anni Novanta), ha deciso di lasciare il lavoro”per poter passare più tempo con la propria famiglia” e verrà  sostituito da un manager di lungo corso di eBay, lo stesso che aveva gestito l’acquisizione e integrazione di Paypal nella società .

La casa d’aste online rimescola e meglio dispone, quindi, le sue carte, mentre Google, dopo aver sparato la prima salva con l’introduzione di Checkout, adesso probabilmente starà  alla porta per un po’, studiando il da farsi e preparandosi a vibrare un colpo potente contro il sistema di pagamento di eBay. Per entrambe le società  le transazioni elettroniche costituiscono la principale fonte di reddito.