Guerra tra Browser: Safari è al massimo storico

di |
logomacitynet696wide

Mentre la percentuale di utilizzatori di Internet Explorer diminuisce costantemente, Safari cresce e tocca il suo massimo storico. A sorpresa Firefox inverte tendenza e perde un po’ di terreno…

Prendendo in considerazione il periodo che va da febbraio 2006 fino a gennaio 2007 si notano importanti cambiamenti nella percentuale di diffusione e utilizzo dei programmi di navigazione.

Internet Explorer rimane sempre leader incontrastato ma nei 12 mesi presi in esame il calo di popolarità  è sensibile e costante. Dall’85 per cento di febbraio 2006 i numeri sono in caduta fino a gennaio 2007, quando Explorer registra il 79,75 per cento.
Il numero uno dei browser Web ha perso circa il 5 per cento di utenti nel giro di un anno.

Nello stesso periodo Safari è cresciuto toccando il suo massimo storico: dal 3,13 per cento di febbraio 2006, fino al 4,70 per cento attuale. L’aumento di Safari è praticamente costante nel corso dell’anno ma, osservando attentamente i numeri, si nota una decisa impennata nei mesi che vanno da agosto fino alla fine del 2006. Queste rilevazioni confermano il buon andamento delle vendite dei sistemi Mac per lo stesso periodo, argomento soggetto di infinite rilevazioni e analisi nei mesi scorsi e infine confermato dagli ottimi risultati comunicati alla presentazione del bilancio ufficiale Apple di poche settimane fa. Seppure in crescita il browser di casa Apple rimane il terzo classificato.

Firefox è il secondo programma più diffuso per l’esplorazione del Web e, fino a dicembre 2006, in crescita costante che lo ha portato dall’iniziale 9,75 per cento (febbraio 06) fino al 14 per cento dell’ultimo mese dell’anno appena concluso. L’inversione di tendenza si registra solamente nel primo mese del 2007 quando Firefox registra una piccola flessione verso il basso che lo riporta al 13,67 per cento.

Tutte le percentuali riportate sono state pubblicate in un grafico del sito Market Share con rilevazioni e percentuali che prendono in considerazione il solo mercato USA.

Sullo stesso sito è consultabile un grafico relativo alla percentuale di diffusione e utilizzo dei sistemi operativi, sempre per gli Stati Uniti, sempre per gli ultimi 12 mesi. Windows XP è il sistema più diffuso, in crescita dall’80 per cento di febbraio 2006 per arrivare all’85 per cento di dicembre. Da gennaio 2007 una piccola flessione negativa probabilmente dovuta all’introduzione di Windows Vista da parte degli OEM. Nello stesso periodo di tempo Windows 2000 perde oltre il 3 per cento, mentre Windows 98 a fine ciclo di vita passa dal 3,89 all’1,63 per cento di gennaio 2007.

Mac OS è in crescita: anche se il grafico segna un incremento solo marginale (0,55 per cento) la tendenza per l’anno appena concluso è positiva ed è tale anche per il primo mese del 2007.

[A cura di L. M. Grandi]