HP MP 3130: il proiettore DLP multiuso per presentazioni ad alta versatilità 

di |
logomacitynet696wide

Scegliere un proiettore per presentare i vostri prodotti e progetti in qualsiasi condizione ambientale, avere uno strumento facilmente trasportabile e utilizzabile anche in ambito home teather è un sogno di tutti gli utenti. MacProf ha testato uno dei modelli più compatti e leggeri sul mercato con tecnologia DLP.

Quando abbiamo chiesto ad Hewlett Packard un proiettore da testare per proporlo ai nostri lettori ci siamo basati sull’esigenza di avere uno strumento dedicato sia alle presentazioni con Keynote/PowerPoint che all’Home Cinema, alta luminosità  per l’uso anche in ambienti non oscurati, alto costrasto, risoluzione 1024×768 minima per gestire le schermate di Mac OS X per corsi e tutorial, Zoom, basso peso (sotto i 2 kg).

HP ci ha inviato il suo proiettore DLP MP3130 mostrato in tante delle ultime esposizioni (come il D-cult di Maggio) dove il dispositivo ci aveva attratto per la sua particolare estetica e per la compattezza.

3130

Per testarlo lo abbiamo collegato ad un PowerBook Titanium 1000 e a diversi lettori DVD con tutte le opzioni di ingresso disponibili, S-Video, VGA, DVI e videcomposito alle risoluzioni permesse dal sistema PAL e alle risoluzioni 1024×768 e 1280×1024.In quale ambiente utilizzarli…

Il nostro proiettore permette di ottenere una diagonale da circa 3 metri con caratteri leggibili a 10-12 metri in un ambiente oscurato possono arrivare a diagonali di 150 pollici… quasi 4 metri.

In generale per ottenere il massimo della leggibilità  occorre utilizzare il proiettore nella risoluzione nativa perche’ la modalità  “estrapolata” produce degli artefatti a dire il vero poco visibili anche alla risoluzione non nativa grazie alla qualità  della tecnologia DLP.

I requisiti per un buon proiettore multi uso
Abbiamo parlato di elevato numero di lumen e di alto contrasto perchè questi dati sono fondamentali nella scelta di un proiettore quando questo deve essere utilizzato nelle più diverse condizioni di illuminazione ambientale quali possono essere sale da convegni, aule corsi ma anche l’ambiente casalingo in cui la fruizione delle proiezioni non avviene necessariamente nelle ore buie della giornata
Lo zoom è altrettanto importante in un proiettore portatile perchè deve essere in grado di adattarvi alle varie distanze tra lo schermo e il punto di proiezione.

Altra funzione importante è la correzione del trapezio o Keystone Correction : la forma che assume lo schermo quando la proiezione non è ortogonale (in verticale e in orizzontale) , quando questa avviene “digitalmente” si creano degli artefatti e l’immagine viene ridotta per adeguarsi alla lunghezza del lato più corto nelle due direzioni, quando questa avviene attraverso “otticamente” attraverso uno spostamento delle lenti con risultati che non creano artefatti nella presentazione.

La recensione continua con immagini e schermate su questa pagina di MacProf