Handspring: il futuro è Graffiti o tastiera?

di |
logomacitynet696wide

Se qualcuno si fosse domandato come mai, Handspring abbia deciso di affiancare, al tradizionale metodo di input Graffiti, per i suoi dispositivi, anche una tradizionalissima tastiera, ecco svelato il perché dalle parole del CEO Ed Colligan.

Al CIBC, conferenza degli investitori sui mercati mondiali, Colligan ha affermato che la sua compagnia si è semplicemente “adattata” alle pressanti richieste degli utenti, i quali preferivano di gran lunga l’inserimento di testi attraverso una tastiera integrata che per mezzo del sistema Graffiti. Ciò ha spinto i progettisti alla realizzazione di prodotti basati su tastiera e, possibilmente, con schermo a colori.

Infatti, degli ultimi quattro dispositivi presentati da Handspring, solo il Treo 180g dispone ancora dell’area sensibile per tracciarvi sopra i simboli di Graffiti. Tutti gli altri, compresi i recentissimi Treo 270 e Treo 90 sono dotati di tastierina “immersa”, e, a prestar orecchio alle indiscrezioni, anche il prossimo Treo CDMA, atteso a breve, dovrebbe avere la keyboard.

In realtà , Handspring non è la sola a percorrere questa strada, anche Sony, con i palmari della serie NR ha deciso di integrare una tastiera nel design dell’oggetto.

Mr. Colligan si dice anche convinto che gli utilizzatori preferiscano schermi a colori, e perciò la sua compagnia farà  in modo di seguire la tendenza imperante. A sentir queste dichiarazioni, parrebbe che il Treo 180g potrebbe essere l’ultimo modello di Handspring, con uno schermo a scala di grigi e Graffiti.