HyperStudio 5: creare stack ai tempi di Mac OS X

di |
logomacitynet696wide

Un clone di HyperCard agli steroidi, aggiornato con il supporto alle ultime tecnologie e diventato nel tempo un ottimo e avanzato strumento di authoring multimediale

MacKiev, importante publisher e sviluppatore software e Roger Wagner, “papà ” del pacchetto originario, hanno annunciato il rilascio della nuova versione 5 di HyperStudio. Il software è utilizzato nel mondo da studenti, insegnanti, ingegneri, musicisti, artisti e così via poiché consente di organizzare le informazioni in modo unico, particolare e con un sistema diverso da altri software simili. E’ un potente strumento per la creazione di presentazioni e prodotti multimediali nel quale ogni schermata è considerata alla stregua di una scheda su una pila di schede.

HyperStudio consente la creazione di programmi completi, pronti per essere distribuiti a livello commerciale. L’applicativo è particolarmente indicato per insegnare la programmazione: molte scuole (almeno negli USA) si affidano al pacchetto per far realizzare lavori ai propri studenti, quando ciò implichi la partecipazione di gruppi. E’ possibile suddividere un progetto in sezioni, far lavorare piccoli gruppi su singoli compiti e poi assemblare l’insieme in un unico prodotto.

Gli elementi-base inseribili in un “foglio”; quali l’aggiunta di bottoni, campi di testo ed elementi grafici (cards) possono essere imparati in breve tempo. Collegamenti ad altre cards possono richiamati dai bottoni, aggiungendo anche eventuali effetti di transizione (esempio dissolvenze incrociate).

L’ultima versione sfrutta tutte le tecnologie intrinseche di Mac OS X, s’integra con iPhoto e iTunes e permette di collegarsi a sistemi di podcasting, così come effettuare il recording di quanto visibile sullo schermo. Una versione per Windows è altresì in fase di sviluppo e dovrebbe arrivare entro la prima metà  del 2009.

In questa nuova versione è stata del tutto eliminato HyperLogo, in linguaggio di scripting presente nelle versioni precedenti (non è del tutto chiaro, dunque, se è possibile avviare progetti creati con le versioni precedenti del software).

Il pacchetto può essere acquistato direttamente dal sito di MacKiev. I prezzi partono da 89,95$ per una singola licenza. Sono disponibili sconti per acquisti in quantità .

[A cura di Mauro Notarianni]