I codici promozionali degli sviluppatori App Store ora funzionano anche in Italia

di |
logomacitynet696wide

Apple concede agli sviluppatori di App Store codici omaggio per scaricare le loro applicazioni gratuitamente anche dal negozio italiano. Superati la limitazione al solo negozio americano. E ora anche chi scarica non è più costretto a complicazioni nella registrazione, a dichiarare il falso e ad infrangere le regole dettate da Apple.

Per gli sviluppatori è ora più facile e meno rischioso anche dal punto di vista legale distribuire codici promozionali per scaricare le loro applicazioni . Da oggi, infatti, Apple ha attivato i cosidetti Promo codes, i codici alfanumerici che permettono di scaricare applicazioni da App Store, rendendoli funzionanti con tutti i negozi internazionali e non più solo nel negozio americano.

Il cambiamento di politica è, come accennato, molto interessante per gli sviluppatori tra i quali quelli del nostro paese che fino a ieri per promuovere le loro applicazioni dovevano accertarsi che i giornalisti o clienti avessero un account nello store americano. La procedura, almeno sotto il profilo di chi scaricava l’app era non solo piuttosto complessa da punto di vista tecnico, ma costringeva ad infrangere diversi commi delle condizioni di utilizzo di iTunes Store. Solo i residenti del paese da cui si scarica un’App possono, infatti, svolgere questa operazione e per questa ragione un residente in Italia era costretto a dichiarare il falso, ovvero che risiedeva negli USA, infrangendo un secondo comma dei termini del servizio di iTunes, quello che obbliga a declinare le proprie reali generalità. Apple era certamente al corrente di quanto appena descritto, ma, almeno per gli sviluppatori, chiudeva un occhio proprio in virtù del fatto che non c’era altro modo per promuovere le App.

La ragione del cambiamento di politica è, probabilmente, dovuto sia alla necessità di agevolare gli sviluppatori che dare un modo agli stessi sviluppatori di aggirare le restrizioni imposte agli acquisti extra-nazionali. Nel corso delle ultime settimane si stanno infittendo i riscontri di stringenti verifiche attuate probabilmente usando tecnologie per l’individuazione geografica degli utenti, che bloccano acquisti e download nel caso di account americani cui si accede, ad esempio, dall’Europa. Se a queste a politiche, attuate dopo le truffe avvenute nei mesi scorsi, fosse dato un ulteriore giro di vite, gli sviluppatori sarebbero stati costretti a pagare di tasca loro le applicazioni da regalare (senza considerare che anche per i regali sono in vigore restrizioni striscianti che limitano l’invio di codici).

In ogni caso ora per usufruire di un codice basta premere “Utilizza Codice” in fondo alla pagina di iTunes, inserendo il codice alfanumerico che lo sviluppatore fornirà e il download dell’applicazione inizierà automaticamente. Lo sviluppatore, invece, da parte sua è obbligato ad accompagnare il codice con un testo preordinato da Apple che fornisce informazioni sulle date di scadenza del codice e le condizioni di utilizzo.