IBM, telegestione e telelettura intelligente dei contatori per la distribuzione del GAS

di |
logomacitynet696wide

Un sistema di telegestione e telettura dei consumi effettuabile centralmente che può essere adottata sia per utenze industriali sia per quelle domestiche.

IBM ha presentato una soluzione per la gestione “intelligente” dei contatori nella distribuzione del GAS. Il progetto consiste in un sistema di telegestione e telettura dei consumi effettuabile centralmente che può essere adottata sia per utenze industriali sia per quelle domestiche. La trasmissione bidirezionale dei dati rilevati tra sistema centrale e singolo gruppo di misura, nel caso di utenza industriale, e tra sistema centrale e Concentratore, per le utenze residenziali, avviene in tempo reale attraverso comunicazione GPRS, secondo gli standard definiti dalle normative europee.

Il contatore, in tal modo, non è più semplicemente un mezzo per registrare i consumi, ma si configura come un elemento “intelligente” che riesce ad immagazzinare e gestire informazioni, per poi trasmetterle ad altri sistemi.

La soluzione, che è indipendente dalla tipologia di contatore, include funzionalità in grado di rilevare fluttuazioni nell’erogazione e possibili perdite, assicurando così la continuità di servizio e la possibilità di intraprendere in tempo reale, in caso di necessità, le opportune azioni correttive. La telelettura è inoltre effettuabile a intervalli regolari o a richiesta. La stessa operazione di cessazione del servizio di fornitura è gestibile completamente da remoto.

La capacità di raccogliere dati precisi sulle abitudini e preferenze di consumo trasforma i rapporti tra distributore e cliente, migliorandone la relazione attraverso la fornitura di servizi più evoluti, con costi più contenuti. Operazioni impensabili in precedenza, come ad esempio l’applicazione di diversi piani tariffari in funzione dei profili del cliente, sono ora possibili grazie alla corretta profilazione del cliente associata ad una totale sicurezza dei dati.

Fonte:

PR IBM

[A cura di Mauro Notarianni]