IBM a tutto gas nello sviluppo del PPC da 64 bit

di |
logomacitynet696wide

IBM starebbe sperimentando circuiteria da 65 nanometri per impiegarla sul successore del PPC 970. Secondo alcune voci pronto già  entro la metà  del 2005. Lo sviluppo del chip in dotazione di G5 corre come il vento.

IBM avrebbe compiuto passi da gigante nella miniaturizzazione della circuiteria dei processori al punto che alcuni chip da 65 nanometri sarebbero già  stati prodotti anche se in via sperimentale. A lanciare l’indiscrezione Teambox, un sito che dedicato alla Xbox. Proprio Microsoft, infatti, sarà , sempre secondo il sito, il primo cliente di IBM per i processori di nuova generazione che finiranno nella nuova versione della console.

L’indiscrezione, se verificata, segnerebbe un nuovo successo per il colosso di Armonk. IBM è stata infatti la prima a mettere in produzione chip da 90 nanometri (i PPC 750FX degli Xserve) battendo Intel e sarebbe anche la prima a toccare i 65 nanometri. Ma anche Apple potrebbe avere di che essere soddisfatta visto che, secondo alcune voci molto accreditate, il chip che finirà  nella Xbox 2, altro non sarà  che una versione evoluta del PPC 970, ovvero del processore del G5 attuale.

Per quanto è stato possibile apprendere la tabella di marcia di IBM prevede il lancio di PPC 750FX tra la fine di questo mese e l’inizio del prossimo, successivamente (forse entro l’estate o più probabilmente alla fine dell’anno) arriverà  il PPC 980 che però, costruito con circuiteria da 90 nanometri, non dovrebbe avere la stessa architettura del processore della nuova Xbox. Solo la versione evoluta di quest’ultimo (PPC 980FX o 990?) avrà  una circuiteria a 65 nanometri e proprio l’architettura di questo processore, forse in rilascio all’inizio se non alla metà  del 2005, sarebbe alla base del chip della Xbox.

Al di là  delle supposizioni e delle voci quello che appare ormai più che una semplice voce è che IBM sta accelerando l’evoluzione tecnologica dei suoi processori PPC. In pochi mesi i PPC 970 è passato da 130 a 90 nanometri e a breve potrebbe annunciare il salto da 2 a 2.4 se non 2.6 GHz. Apple ha dichiarato che entro fine estate o inizio autunno il PPC 970 o il suo successore 980 saranno oltre i 3 GHz e non sembra quindi imprudente supporre che il suo successore possa toccare e superare agevolmente la soglia dei 3.4 GHz entro la metà  del 2005.

Considerato il tempo impiegato da Motorola per passare da 500 ad 1 GHz con i suoi MPC si tratta di un risultato a dir poco impressionante.