IBM abbandona la sua tavoletta virtuale

di |
logomacitynet696wide

Il prodotto che doveva essere rivoluzionario ha avuto così poco successo che ora finisce in cantina.

Meno di un anno fa esordiva, con grande entusiasmo di IBM, il ThinkPad TransNote: un computer portatile di IBM con a fianco un blocco note per normali appunti cartacei ma capace di trasformare questi tratti di penna in pixel digitali sullo schermo del laptop.
TransNote ha portato meno soldi all’IBM di quanti ne sono stati spesi per inventarlo, questa in sintesi la giustificazione ufficiale.
La verità  è che per i circa 3.000 dollari del prezzo del TransNote ci si sarebbe aspettati un software di riconoscimento della scrittura capace di fare il suo lavoro, ed ottenere delle semplici scansioni non tramutate in testo andava ad accontentare le esigenze di pochi utenti.
Qualcuno nota che nel giro di un mese anche un altro dispositivo basato sull’uso di una Pen-PC è morto ingloriosamente (il Vaio Slimtop Pen Tablet).