IBM e Motorola per Bluetooth

di |
logomacitynet696wide

Per Bluetooth si muovono i grandi calibri. Motorola e IBM cercano di lanciare la tecnologia di comunicazione tra periferiche e computers, ma i frutti non si vedranno che dal prossimo anno.

Comincia ad affacciarsi, anche se ancora timidamente, sul mercato la tecnologia BlueTooth e tra i produttori che per primi cercheranno di dare impulso alla tecnologia ci sono anche Motorola e IBM.
Motorola, ad esempio, sta progettando di unire in un solo prodotto modem, uno dei suoi business più rilevanti, e sistema di comunicazione bluetooth fornendo agli utenti due sistemi di connessione differenti. Le schede mini-PCI verrebbero fornite anche con un nuovo standard di compressione, il V92 che consente velocità  di upload a 48 Kbps, invece che gli attuali 33.6 possibili con lo standard V90. In aggiunta la scheda sarebbe in grado di chiudere temporaneamente la connessione modem nel caso di telefonata entrante e di riprende successivamente la comunicazione. Al momento però Motorola sta ancora cercando di ottenere chip per la trasmissione secondo lo standard Bluetooth a prezzi accessibili, così da andare sul mercato con costi competitivi.
IBM, invece, sta lavorando su un altro fronte, quello dei drivers. Big Blue venderà  per conto di BlueDrekar, una società  che produce, appunto, drivers per Linux. La scelta di privilegiare il sistema operativo Open Source sarebbe dovuta, secondo ZDNet che ha un articolo al proposito, “alla pervasività  del linguaggio Linux”
I frutti di questi primi sforzi per l’introduzione di Bluetooh non si vedranno prima del prossimo anno e secondo molte società  di analisi del mercato tecnologico i sistemi che utilizzano questo standard di comunicazione radio non avranno una diffusione capillare che dal 2002/2003.