IBM punta al settore PPC di Motorola?

di |
logomacitynet696wide

Se Motorola dovesse decidere di cedere il settore PPC, secondo un analista, potrebbe essere IBM il candidato all’acquisto più probabile. Le due società  avrebbero già  discusso i termini generali dell’eventuale accordo.

Più che Apple, sarebbero IBM e AMD i due principali interlocutori di Motorola, se questa decidesse di vendere il suo settore PPC. Questa la tesi di Cary Snyder, un analista di Microprocessor Report, una società  specializzata nell’analisi dei fenomeni di mercato inerenti i semiconduttori.
Secondo Snider IBM potrebbe essere il riferimento ideale se Motorola decidesse di cedere l’intero settore dei chip. La società  di Schaumburg e Big Blue, che utilizzano numerose tecnologie comuni come PPC, Rapid I/O, SOI, addirittura, potrebbero avere già  assunto accordi di massima.
Al contrario se Motorola pensasse semplicemente di cedere gli impianti per la produzione dei processori potrebbe essere AMD la candidata numero uno. Tra Motorola e il principale concorrente di Intel esiste da tempo un accordo per uno scambio di tecnologie, ma non solo: Motorola ha una partecipazione nello stabilimento di Dresda da dove escono i processori AMD.
Una terza ipotesi potrebbe essere quella della separazione del business dei processori e, senza cedere ad altri il settore, lanciare una offerta pubblica d’acquisto rendendolo indipendente.
Per quanto riguarda Apple, infine, le ipotesi più concrete potrebbero essere quelle dell’acquisto di alcune tecnologie di Motorola o la partecipazione in una cordata che decidesse di acquistare il settore. Il suo costo, valutato in circa 9 miliardi di dollari, 20.000 miliardi di lire, appare troppo alto per Apple e la sua diversificazione (vengono prodotti chip per sistemi di rete, sistemi wireless e PDA oltre che i processori PPC) dispersiva per gli interessi di Cupertino.